Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25607
  
ANALISISul mercato italiano gli OGM sono quasi assenti e comunque autorizzati. Filiera alimentare rispettosa dei requisiti di etichettatura. Non conformità all'import.


Quella pubblicata oggi dal Ministero della Salute è l'ultima relazione annuale del Piano nazionale di controllo ufficiale sulla presenza di organismi geneticamente modificati (OGM) negli alimenti. La relazione -riferita al 2018- chiude la rendicontazione sui controlli svolti dal 2015, in base alla normativa sugli OGM e sui controlli ufficiali.

La filiera alimentare in Italia- Su un numero totale di campioni prelevati e analizzati pari a 681, la percentuale di quelli positivi è stata del 3%, senza riscontro di non conformità. "Ciò conferma - spiega il Ministero della Salute- sia l'efficacia dei controlli, sia la consapevolezza crescente degli operatori del settore alimentare che pongono particolare attenzione lungo tutta la filiera alimentare, dall’approvvigionamento delle materie prime alla commercializzazione del prodotto finito".

Per i prodotti alimentari, sul mercato italiano, "permane il rispetto dei requisiti d’etichettatura previsti dalla normativa vigente, assicurando in tal modo l’informazione al consumatore. In Italia la presenza di OGM autorizzati negli alimenti continua ad essere decisamente limitata e a concentrazioni estremamente basse, inferiori al limite di quantificazione"- annota il Ministero.

I controlli sull'import- L’attività all’importazione ha dato 2 campioni non conformi per il riscontro di riso GM non autorizzato in prodotti provenienti dalla Cina. Il MInistero della Salute ribadisce l’importanza che gli uffici di frontiera rivestono in qualità di prime Autorità sanitarie coinvolte nella nazionalizzazione e commercializzazione di prodotti alimentari provenienti dai Paesi terzi. Il loro contributo è fondamentale alla realizzazione di quanto programmato proprio in relazione al ruolo primario che rivestono nella catena dei controlli ufficiali".

Altro ruolo fondamentale nella attività di controllo - ricorda il Ministero- viene svolto dai laboratori pubblici con l’attività di rilevazione e di quantificazione degli OGM nelle matrici campionate.

Relazione sul Piano Nazionale Controllo OGM
(Anno 2018)
Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o