• Utenti 10
  • Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 30721
RADIOLOGICI AD USO VETERINARIO

STRIMS a regime, ultimi dieci giorni per registrarsi

STRIMS a regime, ultimi dieci giorni per registrarsi
Conto alla rovescia per la registrazione al Sistema STRIMS: rimangono dieci giorni di tempo dalla comunicazione ufficiale dell'ISIN datata 22 ottobre scorso.


E' operativo il Sistema STRIMS, il nuovo Sistema di registrazione telematica per la tracciabilità delle sorgenti di radiazioni ionizzanti e dei rifiuti radioattivi.

Entro il 20 gennaio 2022 tutti i detentori di sorgenti di radiazioni ionizzanti devono registrarsi al Sistema STRIMS. La data ultima del 20 gennaio prossimo decorre dal 22 ottobre 2021, quando l'ISIN (Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione) ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale la comunicazione di avvio a regime dello STRIMS, dando 90 giorni di tempo per registrarsi .

Soggetti obbligati- L'obbligo di registrazione ricade su "chiunque effettua attività di detenzione di sorgenti di radiazioni ionizzanti". Questi soggetti- attività veterinarie comprese- "dopo essersi registrati al sito, dovranno trasmettere le informazioni relative a ciascuna operazione effettuata, alla tipologia e alla quantità delle sorgenti oggetto dell’operazione".
Nel corso del seminario organizzato da ISIN l'11 novembre scorso è stato ribadito l'obbligo di registrazione anche per i Medici Veterinari detentori di sorgenti radiogene.

Tutela delle persone esposte a radiazioni- L’avvio del sito STRIMS è prevista dal D.Lgs. 101/2020 che ha riordinato la normativa di settore e stabilisce norme di sicurezza al fine di proteggere le persone dai rischi connessi all’esposizione a radiazioni ionizzanti, in qualsiasi contesto si trovino.

Recepimento della Direttiva Euratom- Il decreto nazionale 101/2020 recepisce la Direttiva 2013/59/Euratom che ha definito i principi generali della radioprotezione, i vincoli di dose per l'esposizione professionale, assegnando agli Stati Membri il compito di individuare dei livelli di riferimento a seconda della situazione di esposizione. "Nella pratica veterinaria - si legge in Direttiva- l'uso delle radiazioni ionizzanti nelle metodiche per immagini a scopo medico è in aumento, spesso con attrezzature usate provenienti dal settore medico. Soprattutto nel caso degli animali più grandi, o della somministrazione di radiofarmaci agli animali, esiste un notevole rischio di un'elevata esposizione professionale e di esposizione degli accompagnatori. Ciò richiede un'adeguata informazione nonché la formazione dei veterinari e del relativo personale".

Criticità del recepimento nazionale- A ottobre il Presidente dell'ANMVI Marco Melosi - anche dando seguito alle indicazioni ricevute per le vie brevi da ISIN - si è rivolto al Ministero della Salute con la richiesta di attivare un tavolo di coordinamento con l'Ispettorato per la Sicurezza Nazionale che faccia luce sulla applicazione alla professione veterinaria del recepimento nazionale della direttiva Euratom.
La normativa nazionale- osservava l'ANMVI- risulta sproporzionata negli adempimenti e nelle sanzioni, oltre a mancare di chiarezza e di puntuale aderenza alle indicazioni della Direttiva europea.
A dicembre anche la FNOVI aveva intrapreso iniziative presso ISIN, fermo restando l'obbligo di registrazione entro il 20 gennaio.

La registrazione al sistema STRIMS- La registrazione è obbligatoria e si perfeziona dalla "scrivania telematica esercenti" (qui) nella quale sono disponibili anche video tutorial e risposte ai principali quesiti. L'accesso ai fini della registrazione avviene con dispositivo di firma digitale (FED Firma Elettronica Qualificata) o SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Area demo prima della registrazione ufficiale
- E' attiva un'area dimostrativa (ambiente "demo" contrassegnato in giallo) per consentire agli utenti di testare le varie funzionalità prima di iniziare le comunicazioni sul sito ufficiale.

STRIMS, prime cose essenziali da sapere- Una mini guida da ANMVI

Tutorial FNOVI per la piattaforma STRIMS