• Utenti 10
  • Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 30945
DICHIARAZIONE

ECM, Schillaci: 2023 anno di proroga per chi non è in regola

ECM, Schillaci: 2023 anno di proroga per chi non è in regola
Il Ministro Orazio Schillaci ha dichiarato che a breve si insedierà la Commissione Nazionale ECM. La Commissione deciderà le sorti dei crediti compensativi per i sanitari non in regola con la formazione continua.

Il Ministro della Salute Orazio Schillaci fa sapere che i lavori sulla Commissione Nazionale ECM stanno terminando ed è atteso a breve l'insediamento. La dichiarazione giunge ai microfoni di Quotidiano Sanità a margine della presentazione della ricerca Ipsos-Fofi.
Nell'intervista diffusa il Ministro cita anche le modifiche che sono state approvate al sistema di certificazione ECM nel testo del decreto Milleproroghe.

Milleproroghe - Le modifiche citate Ministro riguardano la proroga di un anno al triennio formativo 2020-2022. Con l'approvazione degli emendamenti il 31 dicembre del 2022 non è stata una scadenza ultimativa per soddisfare l’obbligo formativo ai fini del sistema ECM perché 2023 sarà un anno di proroga per i professionisti in ritardo con i crediti del triennio da poco concluso.

Il Presidente di AGENAS Roberto Monaco, in una dichiarazione rilasciata a Quotidiano Sanità aveva dichiarato che ad oggi la Commissione Nazionale ECM, che deciderà le sorti dei crediti compensativi per i sanitari non in regola con la formazione, non è ancora insediata.

ECM: crediti mancanti, un anno di proroga con bonus

ECM, ricostituita la Commissione nazionale