Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28724
  
OLYMPUS DIGITAL CAMERA         Indispensabile proseguire con le attivita' di sorveglianza veterinaria dell'OM 28 maggio 2015. Brucellosi e tbc bufalina in aumento nel casertano.

In attesa dei decreti nazionali di adeguamento al regolamento 2016/429 sulle malattie animali trasmissibili, il Ministero della Salute proroga l'ordinanza 28 maggio 2015 recante: «Misure straordinarie di polizia veterinaria in materia di tubercolosi, brucellosi bovina e bufalina, brucellosi ovi-caprina, leucosi bovina enzootica».

Efficacia dell'Ordinanza- Con l'applicazione dei piani di eradicazione previsti dall'ordinanza 28 maggio 2015 e successive proroghe, il Ministero della Salute rileva che "e' stato accertato un generale calo di  prevalenza delle malattie infettive ivi disciplinate, pur non raggiungendo tutti gli obiettivi prefissati".  Le stesse misure sanitarie hanno tuttavia permesso all'Italia di dare seguito alle raccomandazioni della Commissione europea, dopo gli audit degli ispettori FVO sulla brucellosi (Regioni Puglia e Calabria) e sulla tubercolosi (Country Profile).

Epidemiologia nel 2021
- Nel 2021, lo status di ufficialmente indenne e' stato assegnato alla Regione Molise per tubercolosi bovina, alla Provincia di Matera per
tubercolosi bovina, alle province di Sud Sardegna e Citta' metropolitana di Cagliari per tubercolosi bovina, alla Regione Abruzzo per brucellosi ovi-caprina, alle Province di Bari, Barletta- Andria-Trani e Taranto per brucellosi ovi-caprina, alle Province di Bari, Barletta- Andria-Trani e Lecce per brucellosi bovina, alle Province di Avellino, Benevento e Napoli per brucellosi bovina e bufalina.

Per contro, nell'anno 2021 c'è stato un aumento della prevalenza per la brucellosi e tubercolosi bufalina nella Provincia di Caserta. La proroga dell'Ordinanza consente di continuare a garantire un ulteriore calo di prevalenza delle infezioni sul territorio nazionale e procedere nelle attivita' di eradicazione della brucellosi bufalina nella Provincia di Caserta.

Definizioni del Regolamento 2016/429
- Inoltre, il Ministero della Salute riformula l'ordinanza adeguando i termini alle definizioni del Regolamento 2016/429, in particolar alla definizione di "stabilimento" inteso come "i locali e le strutture di qualsiasi tipo o, nel caso dell'allevamento all'aria aperta, qualsiasi ambiente o luogo in cui sono detenuti animali o materiale germinale, su base temporanea o permanente, esclusi le abitazioni in cui sono detenuti animali da compagnia e gli ambulatori o le cliniche veterinarie".

Modificata anche la definizione di qualifica di status ufficialmente indenne da malattia con indenne a seguito della nuova classificazione introdotta dal regolamento (UE) n. 2016/429 rispetto alla direttiva 64/432/CEE.


ORDINANZA 14 giugno 2022
Proroga, con modifiche, dell'ordinanza 28 maggio 2015 recante: «Misure straordinarie di polizia veterinaria in materia di tubercolosi, brucellosi bovina e bufalina, brucellosi ovi-caprina, leucosi bovina enzootica».