Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25061
  
ghioneNon è obbligatorio, ma è legittimo che il Medico Veterinario chieda l'onorario per l'emissione di una ricetta veterinaria.

Un inviato di Striscia la Notizia- simulandosi un proprietario-  è andato in quattro strutture veterinarie della Capitale, senza l'animale e chiedendo “una ricetta per un antipulci”. C’era una questione da verificare ha spiegato il conduttore Jimmy Ghione, e cioè che - “come ci avete segnalato”- alcuni veterinari asseriscono che sia "obbligatorio" pagare per l’emissione della ricetta veterinaria elettronica.  E la questione- dopo aver raccolto le dichiarazioni dei Veterinari e del Direttore Generale dei Farmaci Veterinari- è stata così risolta: “L’eventuale richiesta di pagamento resta a discrezione del Veterinario, come è sempre stato”- ha affermato Ghione chiudendo la puntata.

In tutte le strutture visitate dal proprietario-inviato di Striscia- è stato prospettato un costo - da 10 o 5 euro- a prescrizione. “Si paga da quando è entrata in vigore la ricetta elettronica”- dichiara una delle Veterinarie intervistate.

Il Direttore Generale dei Farmaci Veterinari Silvio Borrello, risponde che "da quando è entrata in vigore la ricetta veterinaria elettronica nulla è cambiato rispetto al precedente, rispetto all’emissione della ricetta in formato cartaceo”. Borrello richiama una nota già pubblicata dal Ministero in proposito e spiega: “All’emissione della ricetta non è necessariamente correlata una fattura, come da sentenza della Cassazione”.

Dopo il servizio di Striscia la Notizia, torna utile ribadire che l'emissione della ricetta veterinaria è l'ultimo atto di una prestazione medico-veterinaria. La prescrizione di un farmaco riflette la decisione terapeutica del Medico Veterinario curante, il solo che può decidere se e quale medicinale veterinario prescrivere al paziente animale.
Il Medico Veterinario è anche il solo che può compiere la scelta professionale di emettere la prescrizione veterinaria in circostanze che possono non richiedere, a suo giudizio, una visita, e di emetterla, in tutti i casi, gratuitamente o a pagamento.

Con l'atto medico della prescrizione, il Veterinario autorizza - tramite la ricetta e sotto la propria responsabilità-  la somministrazione di farmaci non a caso soggetti ad obbligo di prescrizione veterinaria.  Anche dopo l'entrata in vigore della modalità elettronica, è legittimo - come riconosciuto dallo stesso Ghione di Striscia - che il Medico Veterinario decida di far pagare questa prestazione professionale.
La digitalizzazione della prescrizione veterinaria risponde ad esigenze di tracciabilità informatizzata dei medicinali veterinari e rappresenta un servizio di pubblico interesse, ad opera di Medici Veterinari privati.

Compenso e fattura della ricetta veterinaria elettronica
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o