Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25867
  
accrediaUno studio di Accredia-Prometeia, il primo in Italia di questo genere, indaga il valore economico e i benefici sociali delle attività di accreditamento e delle certificazioni.

Quanto vale la Qualità? L'Osservatorio di Accredia e Prometeia hanno risposto alla domanda misurando la crescita economica e i benefici sociali derivanti dalle attività di accreditamento e di certificazione in tutti i settori. Lo studio ( "Accreditamento e certificazioni. Valore economico e benefici sociali") è il primo nel suo genere. Vengono analizzate le attività di accreditamento - eseguite da Accredia  - e quelle di certificazione/ispezione/prova/taratura, svolte da organismi e laboratori verificati dalla stessa Accredia in fatto di competenza, imparzialità e indipendenza.

La collettività ne beneficia in termini di ambiente, salute e sicurezza, grazie alla riduzione degli effetti negativi – come minor inquinamento, minori malattie e infortuni – e dei costi ad essi associati. La ricerca ha preso in esame anche le attività nell'ambito della sicurezza alimentare (qui la sintesi). In questo settore, si calcolano risparmi sociali generati dal sistema di controllo sui beni alimentari."Il sistema di sicurezza alimentare permette una riduzione del 75% del numero di anni in salute persi per malattie alimentari"- ha dichiarato il Presidente di Accredia Giuseppe Rossi. Dallo studio emerge che  le prove e le certificazioni per la sicurezza alimentare contribuiscono a ridurre le malattie legate al consumo alimentare e i relativi costi sociali, quantificati in una riduzione del 75% del numero di anni persi in salute, e in un risparmio di quasi 430 milioni di euro annui.

Un contributo rilevante del sistema è dato dall’azione di prevenzione soprattutto negli allevamenti animali dove focolai di malattie vengono individuati e monitorati impedendone la vendita.In termini aggregati i benefici - depurati dai costi sostenuti per il funzionamento delle strutture pubbliche dedicate alla sicurezza alimentare -  grazie ad una analisi dei bilanci degli istituti zooprofilattici e del Ministero della Salute è stato possibile stimare in 1,7 miliardi questo ammontare. Complessivamente la riduzione di costi sociali netta è pari quindia circa 1,5 miliardi di euro annui.

Anche il vantaggio per le aziende è visibile: la certificazione accreditata di un sistema di gestione contribuisce a far crescere il loro fatturato dal 2% al 18%, in funzione del settore
di appartenenza e dello standard tecnico adottato. Possedere una certificazione accreditata rappresenta un asset strategico rilevante anche per le aziende italiane attive sui mercati esteri. Le imprese che adottano tali sistemi – oltre 88 mila aziende in Italia, con un fatturato complessivo di circa 1400 miliardi di euro, pari al 40% del fatturato totale delle imprese – esprimono un significativo aumento di performance rispetto alle imprese non certificate.


Accreditamento e certificazioni. Valore economico e benefici sociali







Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o