Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26704
  
latte uova pesce ritDal 24 marzo la Commissione introduce nuove regole che modificano il Reg.852/2004 in fatto di gestione degli allergeni, donazione di alimenti e cultura della sicurezza alimentare.

Sono tre le principali novità introdotte dal nuovo Regolamento (UE) 2021/382, direttamente applicabile a tutti gli Stati Membri dal 24 marzo 2021. Le novità riguardano la sicurezza delle donazioni alimentari, la prevenzione delle allergie alimentari e lo sviluppo della cultura alimentare.

Allergie e allergeni- La presenza di allergie alimentari in Europa è stata stimata tra il 3% e il 4% sia per gli adulti sia per i bambini, "una percentuale relativamente ridotta della popolazione" come ha osservato l'EFSA, ma "una reazione allergica può essere grave e persino potenzialmente mortale". Inoltre, "è sempre più evidente che la qualità della vita delle persone affette da allergie o intolleranze alimentari è notevolmente ridotta".  Questo è bastato al Codex Alimentarius per adottare, a settembre dell'anno scorso, un Codice di buone pratiche sulla gestione degli allergeni alimentari rivolto agli operatori del settore alimentare (CXC 80-2020), che comprende raccomandazioni sulla mitigazione degli allergeni alimentari nella catena alimentare, basato su requisiti generali in materia di igiene.

Con il Regolamento 2021/382, la Commissione si allinea al Codex per prevenire o limitare la presenza di sostanze che provocano allergie o intolleranze, introducendo buone prassi igieniche nelle attrezzature, nei veicoli e/o nei contenitori utilizzati per la raccolta, il trasporto o il magazzinaggio dei prodotti alimentari. Si tratta degli alimenti elencati dall’allegato II del regolamento (UE) n. 1169/2011, fra i quali figurano prodotti sia di origine vegetale che animale come latte, uova, pesce (e prodotti a base di).
Poiché la contaminazione dei prodotti alimentari può avvenire sia al livello della produzione primaria sia in fasi successive, il nuovo Regolamento modifica gli allegati I e II del regolamento (CE) n. 852/2004.

Donazione e ridistribuzione degli alimenti- Il presupposto del nuovo Regolamento è che le donazioni alimentari presentano "vari nuovi problemi di sicurezza alimentare a livello di vendita al dettaglio" e pertanto richidono una serie di requisiti generali supplementari in materia di igiene. Il Regolamento 2021/382 determina i requisiti per garantire la sicurezza per i consumatori, fermo restando l'intento di facilitare la ridistribuzione degli alimenti ai fini di donazione alimentare. Agli operatori del settore viene richiesto, fra l'altro, di verificare la data di scadenza e la conservazione e di valutare se gli alimenti siano adatti al consumo umano e che non siano dannosi per la salute.

Cultura della sicurezza alimentare -Gli operatori del settore alimentare dovranno istituire e mantenere un’adeguata cultura della sicurezza alimentare, sviluppando la consapevolezza, da parte di tutti i dipendenti dell’impresa, dei pericoli per la sicurezza alimentare e dell’importanza della sicurezza e dell’igiene degli alimenti. Il nuovo Regolamento aderisce alla norma CXC 1-1969 del Codex Alimentarius, revisionata a settembre del 2020 con l'introduzione della nozione di «cultura della sicurezza alimentare» .

La cultura della sicurezza alimentare rafforza la sicurezza alimentare aumentando la consapevolezza e migliorando i comportamenti dei dipendenti degli stabilimenti alimentari. Tale impatto sulla sicurezza alimentare - osserva la Commissione- è stato dimostrato in diverse pubblicazioni scientifiche".


REGOLAMENTO (UE) 2021/382
che modifica gli allegati del regolamento (CE) n. 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o