Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27415
  
g20Il G20 Agricoltura si è chiuso con l'impegno a promuovere pratiche di allevamento che siano sia produttive che sostenibili, basate su scienza evidenze e dati.


I Ministri Agricoli del G20 adotteranno la Carta della sostenibilità dei sistemi alimentari. I principi, 21 in tutto, sono elencati nella dichiarazione finale che ha chiuso i lavori del summit a Firenze.
"Noi, Ministri dell'Agricoltura del G20, ci siamo incontrati a Firenze dal 17 al 18 settembre 2021 e abbiamo ribadito il nostro impegno a raggiungere la sicurezza alimentare e la nutrizione per tutti e a garantire sistemi alimentari sostenibili e resilienti, senza lasciare indietro nessuno". E' il primo impegno di una serie di 21 punti per la sostenibilità dei sistemi alimentari, condivisi dai Ministri dell'Agricoltura riuniti per il G20 che si è concluso a Firenze.

Gli impegni comprendono la protezione degli ecosistemi e la mitigazione dei cambiamenti climatici. In questo contesto, il G20 Agricoltura guarda con favore alle Linee guida volontarie sui sistemi alimentari e la nutrizione del Comitato per la sicurezza alimentare mondiale (CFS) recentemente approvate

La pandemia di COVID-19 e altre malattie infettive emergenti e zoonosi, nonché la continua sfida della resistenza antimicrobica (AMR), "ci ricordano le strette connessioni tra salute umana, animale, vegetale e ambientale"- si legge nella dichiarazione. Sulla base degli standard internazionali dell'OIE e del Codex Alimentarius, i MInistri sottolineano l'importanza fondamentale di applicare un approccio One Health "per accelerare la lotta globale contro la resistenza antimicrobica nei sistemi agricoli e alimentari e per prevenire le minacce biologiche".

Il G20 Agricoltura incoraggia il lavoro congiunto di OIE, FAO, WHO e UNEP,  per rafforzare l'attuazione dell'approccio One Health per combattere la resistenza antimicrobica, le malattie zoonotiche emergenti con potenziale pandemico e altre minacce alla sicurezza sanitaria globale

Fra gli impegni, la promozione della  ricerca e dell'innovazione per invertire la perdita di biodiversità e migliorare la resistenza di piante e animali a malattie, parassiti e stress abiotici. "Ricordiamo il ruolo vitale della caratterizzazione, conservazione in situ ed ex situ e valutazione delle risorse genetiche animali e vegetali "

"Promuoveremo pratiche e tecnologie di allevamento che siano sia produttive che sostenibili, basate su scienza evidenze e dati"- dichiarano i Ministri.

Fra gli impegni, la promozione della ricerca e dell'innovazione per invertire la perdita di biodiversità e migliorare la resistenza di piante e animali a malattie, parassiti e stress abiotici. "Ricordiamo il ruolo vitale della caratterizzazione, conservazione in situ ed ex situ e valutazione delle risorse genetiche animali e vegetali ".

G20 Agriculture Ministers' Meeting, Communiqué
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o