Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27542
  
AvvoltoioL'undicesima Conferenza delle Parti della Convenzione per le Specie Migratrici che si è appena conclusa  in Ecuador ha assunto un provvedimento relativo ai trattamenti veterinari.
Con una risoluzione (Draft resolution preventing poisoning of migratory birds) dell'8 novembre la Conferenza invita  la cooperazione internazionale sull'armonizzazione dei requisiti tecnici per la registrazione dei medicinali veterinari (VICH) e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) a valutare il rischio che i medicinali veterinari possono rappresentare per gli uccelli migratori e ad adottare i risultati per fornire una guida al settore veterinario.

Nell'ambito delle azioni di tutela delle specie migratorie e dell'impiego di medicinali in veterinaria, la Lipu-LifeBird ha sollevato la questione Diclofenac, finita al centro dell'attenzione della Conferenza- altrimenti detta Convenzione di Bonn- dopo la situazione verificatasi in India: ingerita dai grandi volatili che si cibano di carcasse di animali da reddito, la sostanza avrebbe portato sulla soglia dell'estinzione già due specie di avvoltoi. Il Governo indiano ne ha vietato l'impiego, mentre la DgSanco lo autorizza sulla base delle diverse situazioni di rischio e di gestione animale in India e in Europa. La Lipu-Birdlife chiede invece che il divieto venga generalizzato in ambito veterinario, in quanto Italia e Spagna, sono considerati paesi strategici per la conservazione degli avvoltoi nel nostro Continente.

Ma la Direzione Generale della Sanità della Commissione Europea sostiene che il Diclofenac in Europa non verrà ingerito dagli uccelli grazie a una gestione delle carcasse animali, differente da quella indiana. La Dg Sanco ha istituito un gruppo di studio sul Diclofenac, chiedendo poi all'Ema-European medicines agency, di pronunciarsi nel merito, cosa che - riferisce il quotidiano Repubblica- dovrebbe avvenire a breve.

La Conferenza CMS o Convenzione di Bonn, fu adottata nell'omonima città nel 1979 ed entrò in vigore nel 1983: trattato intergovernativo siglato sotto l'egida dell'Onu, si pone obiettivi di conservazione e salvaguardia delle specie migratrici, acquatiche e terrestri (in particolare quelle a rischio estinzione), nonché dei rispettivi habitat in tutto il Pianeta, attraverso risoluzioni, accordi specifici, restrizioni, divieti. Vi aderiscono 115 paesi oltre all'Unione Europea, impegnati a recepire i suoi pronunciamenti. L'Italia ha ratificato la CMS con la legge n. 42 del 25 gennaio 1983. Ratifica ed esecuzione della convenzione sulla conservazione delle specie migratorie appartenenti alla fauna selvatica, con allegati, adottata a Bonn il 23 giugno 1979.

Agli atti della Conferenza di Quinto il National Report dell'Italia aggiornato a maggio del 2014. Tutti i documenti adottati dalla Conferenza sono pubblicati on line.

Europe's vultures under threat from drug that killed millions of birds in Asia

Poisoned vulture could herald European bird crisis

Ban of vulture-killing drug in India is working
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o