Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28556
  
suini copy copy copyLe aziende suinicole danneggiate dalle restrizioni anti-PSA riceveranno i sostegni del Fondo Mipaaf.

In Conferenza Stato - Regioni è stata sancita l'intesa sul Decreto Mipaaf che istituisce il Fondo a sostegno delle aziende della filiera suinicola per i danni indiretti causati dalle misure di contenimento dei focolai di peste suina africana, in comuni assoggettati a restrizioni sanitarie.

Fondo da 25 milioni- Il Fondo è finalizzato a sostenere le aziende per i seguenti danni indiretti:
- applicazione di misure di prevenzione, eradicazione e contenimento dell'epidemia di peste suina africana (PSA)
-blocco delle esportazioni dei prodotti trasformati, a partire dal 13 gennaio 2022 sino al 30 giugno 2022
Il fondo sarà ripartito per il 60% alle Piccole Medie Imprese della produzione agricola, mentre il 40% alle imprese del settore della macellazione e della trasformazione.

Potranno inoltre beneficiare del sostegno le aziende del settore che lo scorso anno hanno utilizzato suini o carni suine provenienti dalle Regioni interessate dal provvedimento e quelle che nel 2021 hanno esportato carni suine o prodotti trasformati in Paesi extraeuropei in cui è risultato impossibile esportare totalmente o parzialmente i salumi dall'Italia.

Accolte le richieste delle Regioni-
L'Intesa fa seguito alle richieste delle Regioni:   verifica della correttezza e della completezza dell'elenco dei comuni beneficiari del fondo e la valutazione dell'opportunità di calcolare il danno subito dalle aziende della produzione primaria che trasformano il loro prodotto confrontando le differenze di fatturato per un periodo determinato e non sulla base del prezzo dei capi determinato dalla CUN.

Al Ministero è stato chiesto inoltre di valutare se gli OPR (Organismi Pagatori Regionali) siano effettivamente i soggetti più adatti per l'attuazione del Fondo.