Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28723
  
fotovoltaicoAnche al fine di migliorare il benessere animale, il Ministero delle Politiche Agricole pubblica il decreto che riconosce un contributo a fondo perduto alle aziende zootecniche.

Con il decreto sul "Parco Agrisolare"- pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale- il Mipaaf ha definito le modalità di erogazione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel settore agricolo e zootecnico. Vengono finanziati l'acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati "strumentali all'attività"  ma anche interventi di riqualificazione (es. rimozione dell'amianto) finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica.

Si tratta di rimuovere e smaltire i tetti esistenti e costruire nuovi tetti isolati, creare sistemi automatizzati di ventilazione e/o di raffreddamento e installare pannelli solari e sistemi di gestione intelligente dei flussi e degli accumulatori. Per gli allevamenti, i progetti ammessi al contributo dovranno documentare anche un miglioramento del benessere animale, migliorare le condizioni di igiene e di benessere animale, purché l’investimento in questione vada oltre le vigenti norme dell’Unione. Nel decreto vengono indicati i seguenti interventi:
- isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovra' descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato, "anche al fine di migliorare il benessere animale";
- sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d'aria): la relazione del professionista dovra' dare conto delle modalita' di aereazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di areazione dovra' essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell'aria, "anche al fine di migliorare il benessere animale".

L'elenco delle spese ammissibili al contributo è dettagliato nell'Allegato. Il finanziamento è pari al 50% per i progetti in regioni "meno sviluppate" e pari al 40% nelle altre. Sono individuate come regioni "meno sviluppate: Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria Sicilia e Sardegna.

Realizzazione, collaudo e rendicontazione degli interventi entro il 30 giugno 2026. Il provvedimento di concessione del contributo e' emanato entro trenta giorni dall'approvazione della domanda.  L'erogazione del contributo avverra' a mezzo bonifico bancario alle coordinate IBAN indicate al momento di presentazione della domanda.L'elenco dei soggetti beneficiari ammessi sarà  pubblicato sul sito del Ministero.

Il decreto si richiama agli obiettivi indicati dal Green Deal e dal regolamento UE 2021/241 sulla resilienza degli Stati Membri post pandemia alla base del PNRR nazionale.


DECRETO 25 marzo 2022
Interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell'ambito del PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 «Parco Agrisolare».

Parchi Agrisolari e nuova Pac per il benessere animale