Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26698
  
test rapidoPer le attività di formazione delle "comunità a basso rischio" sono disponibili test antigenici rapidi. Il Direttore di EV: "Li stiamo considerando per i Veterinari non vaccinati".

L'obiettivo è la vaccinazione di massa dei Medici Veterinari italiani. Lo sta perseguendo in tutte le sedi l'ANMVI con gli esiti riferiti ieri sera dal Presidente Marco Melosi, dopo gli ultimi contatti con il Ministero della Salute. Che il numero dei vaccinati è in crescita lo conferma anche il Direttore di EV Eventi Veterinari, Fulvio Stanga intervistato (video) da Cremona1TV: " I Veterinari che stiamo contattando per riprendere le attività residenziali ci stanno dicendo di essere già vaccinati e di essere pronti a tornare a Cremona".

Pandemia permettendo, "stiamo faticosamente ricominciando la nostra attività residenziale"- spiega Stanga- anche se il lockdown non ci ha mai fermato ed è stata una occasione per rinnovarci e per vedere sotto una luce moderna la nostra formazione professionale, attraverso il digitale". Ma dopo tanta distanza, fra i Medici Veterinari "c'è molta voglia di ritrovarsi in presenza". A Palazzo Trecchi la riorganizzazione delle attività residenziali passa anche per i test rapidi. "Li stiamo introducendo per chi non fosse ancora vaccinato "- conferma Stanga.

I contesti formativi didattici sono considerati “comunità a basso rischio di contagio” dalle circolari del Ministero della Salute sul testing diffuso attraverso l’uso di test antigenici rapidi. EV- Eventi Veterinari aggiornerà di conseguenza i protocolli di accesso a Palazzo Trecchi, per garantire la ripresa in sicurezza delle attività ai partecipanti, ai docenti e allo staff.
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o