Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25241
  
usa italia bandiereIndicazioni dal Ministero della Salute sui controlli ufficiali aggiuntivi per l'export di carni verso gli USA. Rimodulazione possibile mantenendo le garanzie.


Il Ministero della Salute ha fornito indicazioni ai Servizi veterinari sull’esecuzione dei controlli ufficiali aggiuntivi per l'esportazione di prodotti alimentari verso gli Stati Uniti d’America . Le indicazioni - che potranno essere riviste in relazione agli sviluppi dell’emergenza Covid-19- tengono conto delle "difficoltà con cui, in questo momento di crisi sanitaria, i Servizi Veterinari locali svolgono la loro attività per garantire la sicurezza alimentare".
Le attività di controllo ufficiale aggiuntive -rispetto a quelle nazionali e comunitarie - devono comunque essere garantite poiché indispensabili all’esportazione di carne e prodotti a base di carne verso gli Stati Uniti d’America.

Supervisione, ispezione e controlli- Al fine di ridurre il rischio di diffusione del SARS CoV2 è possibile la rimodulazione delle attività di supervisione periodica e di quelle riferibili al piano RLM (Piano di monitoraggio della contaminazione da Listeria monocytogenes in prodotti e ambienti di lavorazione).
Vengono mantenute in essere le attività di ispezione routinaria presso gli stabilimenti che lavorano carni e prodotti a base di carne destinabili agli USA  e le attività relative al campionamento per la ricerca di Listeria monocytogenes e Salmonella dei prodotti finiti.
Le modalità pratiche di conduzione dei controlli in stabilimento potranno essere definite caso per caso, avendo per priorità la tutela del personale coinvolto in tali attività.

Attività di campionamento dei prodotti finiti (Piano Risk Based e Piano Random)- E' possibile posticipare l’esecuzione degli stessi.
Inoltre, laddove le attività di campionamento prevedano che il prelievo del campione comporti il prolungamento della permanenza del personale nelle aziende produttive, sarà possibile prelevare prodotti interi / o loro porzioni anche predisposte dagli Operatori che verranno conferiti tal quali al
Laboratorio per le analisi previste.

Autocontrollo- Anche le attività predisposte dagli operatori in autocontrollo che comportino il prelievo e l’analisi di campioni presso laboratori esterni, alla luce di quanto sopra prospettato, potranno essere riprogrammate in modo da ridurre al minimo la movimentazione del personale al di fuori dello stabilimento durante il periodo di vigenza delle attuali misure per la gestione dell’emergenza SARS CoV2.


Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti d'America (USDA), analogamente a quanto già effettuato da EFSA, ha pubblicato in un'apposita sezione del proprio sito istituzionale dedicata alle notizie di maggiore interesse sul COVID-19
(https://www.usda.gov/coronavirus ), una importante presa di posizione in cui si afferma che non ci
sono al momento evidenze che il virus possa essere trasmesso da alimenti o imballaggi alimentari
(anche importati). Posizione similare è stata adottata anche da FDA per le produzioni alimentari disupplier verification onsite audit requirements” laddove altri appropriati metodi di verifica possono essere utilizzati nel periodo procrastinato.


(Per approfondimenti: https://www.fda.gov/newsevents/
press-announcements/coronavirus-covid-19-update-fda-issues-temporary-policy-fsmaonsite-
audit-requirements).
Si pregano codesti Enti in indirizzo di dare massima diffusione di quanto sopra esposto a tutte
le parti interessate.
propria competenza. Inoltre FDA ha informato circa la sospensione temporanea della “policy FSMA
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o