Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26720
  
cani trasportiNel 2014, in Italia sono state complessivamente effettuate 25.609 ispezioni su 19.225 mezzi di trasporto, 22.867.165 animali e 21.826 documenti d’accompagnamento.  I dati sono contenuti nella Relazione annuale relativa alle ispezioni non discriminatorie sugli animali, sui mezzi di trasporto e sui documenti di accompagnamento pubblicata dal Ministero della Salute.

Sul totale delle irregolarità emerse durante le ispezioni, quelle più frequenti hanno interessato la documentazione (34,5%), le pratiche di trasporto (27,8%) e l’idoneità degli animali (15,8%). Hanno mostrato incidenze più basse le irregolarità relative ai mezzi di trasporto (8,5%) e all’abbeveraggio/alimentazione/periodi di viaggio e di riposo (6,5%), mentre la classe “altri casi di non conformità” ha raggiunto il 6,9%. L’incidenza complessiva delle irregolarità (672) sul totale delle ispezioni (25.609) è stata pari al 2,6%.

Per i suini, gli ovini/caprini, gli equidi ed i cani, le irregolarità più frequenti sono risultate incluse nella categoria “Documentazione”, seguite da quelle riguardanti la categoria “Pratiche di trasporto, spazio disponibile, altezza”. Nelle ispezioni riguardanti i bovini si è osservata una situazione opposta; infatti, la maggiore incidenza di irregolarità è risultata ascrivibile alla categoria “Pratiche di trasporto, spazio disponibile, altezza” seguita da quella relativa alla categoria “Documentazione”. Solo nelle ispezioni riguardanti i cani, le irregolarità relative all’idoneità al trasporto hanno fatto registrare un‘incidenza prossima al 30%, mentre nelle altre specie questa è variata dall’1,3% degli equidi al 20,9% dei bovini.

Indipendentemente dalla tipologia d’ispezione e dalla specie animale considerata, si conferma la persistente difficoltà nel soddisfare i requisiti richiesti dalla documentazione d’accompagnamento. Inoltre, si sono avvalorate le criticità già emerse in precedenza e basate su riscontri numericamente più limitati riguardo al trasporto dei cani.

Le sanzioni applicate sono state 477, soprattutto nelle ispezioni di tipo 2 (323 sanzioni), seguite dalle sanzioni applicate nelle ispezioni di tipo 1 (130.) e di tipo 2 (24).

La relazione annuale pubblicata dal Ministero della Salute distingue infatti fra tre tipologie di controllo svolte nell'arco del 2014:
  • Ispezioni Tipo 1- Sono le ispezioni effettuate nel luogo di partenza prima del trasporto degli animali per lunghi viaggi tra Stati membri e Paesi terzi e dopo lo scaricamento degli animali dai mezzi di trasporto nel luogo di destinazione se questo è un macello. Nel 2014, sono state complessivamente 19.930; 
  • Ispezioni Tipo 2: ispezioni non discriminatorie effettuate durante il trasporto. In questa tipologia vanno comprese, oltre che le ispezioni effettuate in associazione con gli organi di polizia durante il trasporto, anche le ispezioni effettuate nei posti di controllo, le ispezioni effettuate al luogo di partenza per brevi viaggi e le ispezioni effettuate nel luogo di destinazione se diverso dal macello, come ad esempio le stalle di sosta, i centri di raccolta, i mercati, le fiere e gli allevamenti; è in questo ambito che è stato applicato il maggior numero di sanzioni.
  • Ispezioni Tipo 3: ispezioni non discriminatorie effettuate dopo il completamento del viaggio per verificare il rispetto dei periodi di viaggio e di riposo mediante il controllo del giornale di viaggio o dei dati registrati del sistema di navigazione satellitare e del cronotachigrafo
L’analisi delle principali irregolarità riscontrate nel 2014 sulla protezione degli animali durante il trasporto, evidenzia la necessità che le Autorità competenti proseguano a mettere in atto le seguenti azioni prioritarie:
1. perseguire la strada dell’informazione e dell’educazione di tutti gli operatori che sono parte attiva della filiera del trasporto di animali vivi, nonché della formazione dei soggetti deputati al controllo dell’osservanza della conformità alle norme sulla protezione degli animali durante il trasporto;
2. rafforzamento e programmazione dei controlli sulla base di adeguati criteri di valutazione del rischio.

Relazione annuale relativa alle ispezioni non discriminatorie sugli animali, sui mezzi di trasporto e sui documenti di accompagnamento.

pdfRELAZIONE_2014_CONTROLLI_AL_TRASPORTO.pdf917.38 KB
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o