Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27157

Le pubblicazioni riprenderanno con regolarità da settembre 

  
AGENZIA ENTRATEL'Agenzia delle Entrate ha risposto all'interpello di un Medico Veterinario sulle agevolazioni IVA. Recuperabile l'Imposta eventualmente versata.


L'ecotomografo portatile destinato anche per uso veterinario può beneficiare dell'agevolazione IVA prevista dal Decreto Rilancio (articolo 124 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34). Questo in virtù del fatto che l'agevolazione si applica alla natura sanitaria del bene acquistato/ceduto, ma non anche allo specifico uso umano.

Questa in sintesi, la risposta dell' Agenzia delle Entrate a un Medico Veterinario che chiedeva se avesse diritto ai benefici fiscali (esenzione IVA e aliquota ridotta del 5%) per l'acquisto di un ecografo portatile per uso veterinario. La norma, infatti, elenca una serie di apparecchiature ma non specifica se il beneficio fiscale possa essere esteso anche ai medici veterinari. Da qui l'interpello alle Entrate.

La risposta è stata favorevole non solo per l'estensibilità al campo veterinario (e non solo umano) dell'agevolazione fiscale, ma anche in relazione al contesto emergenziale da cui discende la ratio dell'agevolazione fiscale, agevolazione  che non richiede la specifica destinazione di contrasto alla pandemia, destinazione che sarebbe peraltro "impossibile determinare con criteri oggettivi".

L'istante - che ha adottato il regime fiscale forfettario- chiedeva anche come recuperare l'IVA eventualmente non dovuta. Sulla base della risposta pubblicata oggi dall'Agenzia delle Entrate, il Medico Veterinario potrà ottenere la restituzione dell'IVA indebitamente applicata.

In base all'articolo 124 del Decreto Rilancio la compravendita delle attrezzature elencate andavano considerata IVA esente fino al 30 gennaio 2020, mentre dal 1 gennaio 2021 l'aliquotà è agevolata al 5%.

La risposta dell'Agenzia delle Entrate
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o