Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26317
  
auditorium ritConvocazione in presenza, domani, per i Delegati provinciali Enpav: assemblea straordinaria su modifiche statutarie e regolamentari.

Torna a riunirsi in forma residenziale l’Assemblea dei Delegati provinciali Enpav. Domani, all'Auditorium della Conciliazione di Roma, l’ordine del giorno prevede la votazione delle modifiche statutarie e del regolamento elettorale, due misure straordinarie rinviate dall’Assemblea del 27 giugno. I Delegati avevano infatti chiesto più tempo per esaminare le proposte di modifica elaborate dal CdA e di poterle discutere in forma residenziale.

Decorsi i tempi supplementari, domani l’Assemblea sarà chiamata a deliberare. La parola passerà poi ai Ministeri Vigilanti (Lavoro e Finanze) per il placet ufficiale delle decisioni assembleari.

I punti nevralgici della riforma riguardano la decadenza del limite del doppio mandato e il superamento delle “liste contrapposte”. Nel primo caso si consente la continuità di incarico degli attuali amministratori unitamente ad un ricambio che- per deliberazione del CDA – dovrà anche tenere conto della rappresentanza di genere; con il secondo punto si introducono le “liste concorrenti”, la cui composizione intende abbandonare la logica dei blocchi contrapposti fra iscritti, liberi professionisti e dipendenti pubblici. Lo spirito della riforma- spiegano dall’Enpav- è di dare all’Ente una governance aggiornata all’attuale fotografia degli iscritti, senza disperdere un patrimonio di esperienze amministrative consolidate e da un andamento prevido-assistenziale confortato negli anni dalle positive valutazioni degli organismi vigilanti e dalla Corte dei Conti.

L'efficacia delle deliberazioni varrà per il mandato Enpav 2022-2027. Le votazioni si svolgeranno nell’aprile del 2022.

Oltre a valorizzare il principio dell’equilibrio di genere negli organi amministrativi dell’Ente, con un occhio di riguardo per la partecipazione femminile alle politiche prevido-assistenziali, il CdA dell’Enpav ha deciso di avviare iniziative di formazione previdenziale, una “scuola quadri” sulla normativa degli enti di previdenza di diritto privato in tutti gli aspetti gestionali e amministrativi. La formazione inizierà a settembre.

L’Assemblea straordinaria di domani è la prima convocata in forma residenziale dopo le Fasi 1 e 2 dell’emergenza Covid. La sala dell'Auditorium della Conciliazione garantirà il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme anti-Covid. Sarà comunque ammessa la partecipazione da remoto per i Delegati impossibilitati a raggiungere la sede assembleare.
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o