• Utenti 12
  • Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 29153
AGENZIA DELLE ENTRATE

Fisco, IVA al 10% per le preparazioni medicinali

Fisco, IVA al 10% per le preparazioni medicinali
Medicamenti e preparazioni sono "dispositivi medici" soggetti all'IVA agevolata del 10%. Ma solo se rispondono alle caratteristiche dettate dalle Dogane.


Il Testo Unico dell'Imposta sul Valore Aggiunto prevede che si applichi l'aliquota IVA agevolata del 10% ai "dispositivi medici a base di sostanze normalmente utilizzate per cure mediche, per la prevenzione delle malattie e per trattamenti medici e veterinari". Tuttavia l'agevolazione "non riguarda tutti i dispositivi medici", bensì "solo quelli classificabili nella voce 3004 della Nomenclatura", cioè le preparazioni medicinali. Lo precisa l'Agenzia delle Entrate rispondendo ad un interpello.

Cosa si intende per  "medicamenti"- L'Agenzia premette che la Nomenclatura di riferimento fiscale utilizza criteri di classificazione doganali e che tali criteri sono diversi da quelli utilizzati dalla legislazione sui medicinali. L'Agenzia passa poi a precisare che nella voce 3004 rientrano i  «Medicamenti costituiti da prodotti anche miscelati, preparati per scopi terapeutici o profilattici, presentati sotto forma di dosi (compresi i prodotti destinati alla somministrazione per assorbimento percutaneo) o condizionati per la vendita al minuto».

Caratteristiche delle preparazioni- Nella risposta, l'Agenzia chiarisce che le preparazioni sono, infatti, confezionate per la vendita al minuto, riportano in etichetta, sulla confezione e nel foglietto illustrativo i disturbi o i sintomi per i quali i prodotti devono essere utilizzati, le istruzioni per l'uso, le avvertenze, modi e tempi di somministrazione. Inoltre, sono utilizzati solo per un uso specifico, contribuendo, pertanto, al benessere ed alla salute dell'organismo. Nei casi specifici, inoltre, gli effetti benefici delle sostanze presenti nella composizione delle merci, coadiuvanti nei processi riparativi, di guarigione e rigenerazione della cute danneggiata (ad esempio da abrasioni, escoriazioni cutanee, ustioni, ferite, ematomi, ecc.)" nonché "in grado di promuovere una efficace azione terapeutica e di profilassi", "ne giustificano la classificazione tra le altre preparazioni medicinali della voce 3004".

IVA agevolata- Pertanto, la conclusione è che le cessioni di prodotti che corrispondono a questa classificazione possono essere conseguentemente soggette all'aliquota IVA del 10 per cento, al pari dei medicinali pronti per l'uso umano o veterinario, compresi i prodotti omeopatici; sostanze farmaceutiche ed articoli di medicazione di cui le farmacie devono obbligatoriamente essere dotate secondo la farmacopea ufficiale".

.