Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28558

+++ Le pubblicazioni riprenderanno con regolarità da settembre +++  

  
fattura computerFattura elettronica obbligatoria per i forfetari con ricavi superiori ai 25euro. Sanzioni ed esenzioni per le fatture al Sistema TS. Cosa cambia dal 1 luglio.

Dal 1 luglio 2022, in attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), il Decreto-legge n. 36 del 30 aprile 2022 obbliga i contribuenti forfettari ad emettere la fattura elettronica.

Per "contribuenti forfetari" si intendono:
-i soggetti che hanno adottato il regime di vantaggio (art. 27 c. 1 e 2 del DL 98/2011);
-i soggetti che hanno adottato il regime forfetario (art. 1 c. da 54 a 89 della L. 190/2014);
L'obbligo entra in vigore per i forfetari che nell’anno precedente hanno percepito ricavi o compensi superiori a 25mila euro.

Sanzioni- Relativamente al terzo trimestre del periodo d’imposta 2022 (luglio-settembre), non si applicano sanzioni se la fattura elettronica viene emessa entro il mese successivo a quello in cui viene effettuata l’operazione. Si tratta di una disposizione transitoria: da ottobre 2022, scatterà il conteggio dei 12 giorni per l’emissione della fattura. 

Sistema Tessera Sanitaria- Non deve essere emessa la fattura elettronica per quelle prestazioni i cui dati vengono trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria ai fini della compilazione del 730 precompilato. Ma si tratta unicamente delle prestazioni riconosciute alla detraibilità fiscale (animali da compagnia detenuti a scopo non commerciale). Ad esempio, se un Veterinario in regime forfettario esegue una prestazione nei confronti di un  allevatore - ovvero nei confronti di un cliente che non detrae la prestazione con il Modello 730 precompilato) la fattura dovrà essere emessa in modalità elettronica.

Modalità di emissione
- La fattura elettronica si differenzia da una fattura cartacea perchè va necessariamente redatta utilizzando un pc, un tablet o uno smartphone e deve essere trasmessa elettronicamente al cliente tramite il c.d. Sistema di Interscambio (SdI).
Il Sistema di Interscambio consegna  la fattura al destinatario e comunica, con una “ricevuta di recapito”, a chi ha trasmesso la fattura la data e l’ora di consegna del documento.

Dati in fattura e imposta di bollo
- I dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica sono gli stessi che si riportavano nelle fatture cartacee oltre all’indirizzo telematico dove il cliente vuole che venga consegnata la fattura. Confermata anche l'imposta di bollo, da versare entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a quello del trimestre (es. entro il 31 maggio; entro il 30 settembre; entro il 30 novembre; entro il 28 febbraio).

Dal 1 gennaio 2024 - Da questa data, l'obbligo di fatturare in modalità elettronica si estenderà a tutti gli altri forfettari (al di sotto dei 25 mila euro) dal 1 gennaio 2024.