Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28227
  
fattura computerAnche nel 2022, i Medici Veterinari che inviano i dati al Sistema tessera sanitaria non potranno emettere fatture elettroniche.
Con il Decreto Fisco-Lavoro («Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili.») viene esteso anche al periodo d’imposta 2022 (articolo 5, comma 12 quater) il divieto di fatturazione elettronica ai soggetti che sono tenuti ad inviare i dati al Sistema tessera sanitaria (TS) ai fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Anche per il 2022, si dovrà quindi continuare ad emettere le fatture in formato cartaceo e a trasmettere i dati fiscali dati al Sistema TS, secondo le ordinarie modalità. Sulla materia, sono ancora pendenti le obiezioni del Garante della privacy: mentre il Sistema TS comporta l'invio delle informazioni fiscali utili a beneficiare della detrazione d'imposta, la fattura elettronica può invece contenere dati personali circostanziati e di dettaglio ricavabili dalla descrizione della prestazione oggetto di fatturazione elettronica. Tuttavia, nel caso delle spese veterinarie, al cittadino/cliente del Medico Veterinario non è riconosciuta la facoltà di opporsi all'invio al Sistema TS, essendo i dati personali generalmente limitati all'essenziale.

La tracciabilità fiscale è comunque garantita, in quanto i Medici Veterinari devono trasmettere al Sistema TS i dati delle spese veterinarie indicando se la relativa spesa sia stata sostenuta con strumenti di pagamento tracciabili o non tracciabili. L'informazione circa il pagamento elettronico è obbligatoria per le spese sostenute per le prestazioni rese dal Medico Veterinario. (fanno eccezione solo le spese per l'acquisto di medicinali veterinari in farmacia o per servizi veterinari resi da enti pubblici).

Tutti i medici veterinari sono tenuti all'invio dei dati al Sistema TS. Le strutture veterinarie organizzate in forma giuridica (es. srl) non hanno l'obbligo di inviare i dati al Sistema TS. Tuttavia, se il legale rappresentante èun Medico Veterinario quest'ultimo "ha facoltà di inviare i documenti emessi dalla società relativamente alle spese veterinarie".
Per farlo dovrà comunicare al Sistema TS, in fase di registrazione, la Partita Iva della Società di cui è rappresentante legale.

L'Agenzia delle Entrate chiarisce che i Veterinari non devono emettere le fatture elettroniche con riferimento alle fatture i cui dati sono inviati al Sistema tessera sanitaria. Se le spese in fattura sono miste (in parte fra quelle ammesse alla detraibilità fiscale e in parte non ammesse), la fattura deve comunque essere emessa in formato cartaceo ed entrambe le spese vanno inviate al Sistema TS.