• Utenti 10
  • Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 30702
DOPO LA SEGNALAZIONE

Protocolli duplicabili per aggiungere la categoria Classyfarm

Protocolli duplicabili per aggiungere la categoria Classyfarm
Dopo blocco senza preavviso dei protocolli, l'adeguamento degli stessi con l'inserimento obbligatorio della categoria animale può essere perfezionato con la singola duplicazione.


“Nel caso in cui dovessero pervenire a codeste ATS segnalazioni di impossibilità di registrare trattamenti da protocollo, si informa che nell’applicativo rev è stato inserito, da oggi, l’obbligo di inserimento della categoria Classyfarm (fino ad ora facoltativo) all’interno dei protocolli terapeutici. Questo comporta che i protocolli attualmente presenti che non riportano tale indicazione non sono più validi e non possono essere utilizzati, quindi non può essere registrato il trattamento (messaggio di errore: “categoria Classyfarm obbligatoria “).

E' questa l'informativa con la quale, il 9 marzo scorso, la Regione Lombardia ha avvisato gli Ordini dei Medici Veterinari, del blocco dei protocolli applicato dal Sistema REV, senza preavviso, in data 7 marzo e prontamente segnalato da ANMVI e SIVAR al Ministero della Salute. Al disagio manifestato dai Veterinari aziendali, è seguita una indicazione tecnica: "Per aggiungere la categoria ad un protocollo già in uso il singolo protocollo può essere duplicato, con la possibilità poi di inserire la categoria. Questa operazione deve essere fatta dal veterinario responsabile della scorta".

L'inserimento della categoria Classyfarm nella registrazione dei protocolli terapeutici nell'applicativo REV era facoltativo, ma con l'entrata in vigore del Decreto Prevenzione è diventato obbligatorio. Con l'entrata in vigore dell'obbligo di inserimento della categoria in fase di registrazione dei protocolli vengono considerati validi solo quei protocolli che riportale tale indicazione. Mentre quelli attualmente presenti che non riportano l'indicazione della categoria Classyfarm non sono più ritenuti validi e non possono essere utilizzati. Per tanto, per tali protocolli il trattamento non potrà essere registrato. 

Il veterinario responsabile della scorta potrà aggiungere la categoria ad un protocollo già in uso- è l'indicazione. La procedura per farlo comporta la duplicazione del protocollo e la possibilità di inserire la categoria.