Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26961
  
mefEra incostituzionale pretendere versamenti dalle Casse? Non per il Mef che reinterpreta la sentenza della Consulta. E l'Adepp protesta.


Il Mef non ha ancora stato istituito il fondo per restituire agli enti di previdenza dei professionisti le somme da questi versate all'epoca della spending review. Dalla risposta che Via XX Settembre ha dato in questi giorni all'interrogazione del senatore Andrea De Bertoldi emerge che il Mef non intende creare il fondo in questione. In altre parole, che non intende rimborsare le somme incassate in forza della spending review statale, nonostante la Corte Costituzionale nel 2017 abbia giudicato inconstituzionale la pretesa finanziaria del Governo stante l'autonomia delle casse.  Ma per il Ministero delle Finanze, con quella sentenza,  della Consulta si riferiva solo alla Cassa dei Commercialisti e non va estesa a tutte le altre.

Non è di questo parere l'Adepp che pubblica la risposta data dal Mef ancor prima del sito del Senato, per confutarla: "La tesi del MEF porterebbe a una clamorosa discriminazione tra soggetti uguali- scrive l'Associazione delle Casse-  non si vede perché la sentenza dovrebbe valere per la Cassa di previdenza dei commercialisti e non per le altre Casse che hanno identica natura e posizione".

La Cassa dei dottori commercialisti aveva presentato ricorso per ottenere la restituzione di 3,5 milioni di euro. Il Senatore De Bertoldi ha interrogato il Mef per la mancata restituzione di un versamento dichiarato illegittimo dalla Corte costituzionale.

Per l'Adepp la risposta del Ministero oltre a non essere giuridicamente condivisibile sconfessa  il "valore collettivo di intere categorie di lavoratori autonomi che provvedono con le loro risorse, attraverso le Casse, ad attuare i principi di solidarietà tra gli iscritti e di sostegno al futuro proprio e delle loro famiglie".
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o