Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27377
  
ifacesSu 76 eurodeputati italiani, i voti contro la mozione 2021/2718 sono stati 51. Evi ha confermato il voto favorevole. Bonafé e Moretti, da contrarie, si sono astenute.

Figurano nomi di rilievo fra gli eurodeputati italiani che ieri hanno partecipato alla votazione sui criteri per riservare alle cure umane determinate classi di antimicrobici considerati critici per l'uomo, da Antonio Tajani a Paolo De Castro, da Carlo Calenda a Giuliano Pisapia. Numerose le cariche di vertice in commissioni dell'Europarlamento o negli schieramenti politici.

L'On Eleonora Evi (Verdi/ALE) ha confermato il voto favorevole alla mozione 2021/2718 già espresso a luglio in Commissione ENVI, mentre le eurodeputate Simona Bonafè e Alessandra Moretti (Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici) si sono astenute dopo il voto inizialmente favorevole in ENVI. 

Di seguito il dettaglio sulla votazione dei parlamentari italiani.

Contro (51)
Berlato, Fidanza (capo delegazione FdI), Fiocchi, Fitto (copresidente gruppo), Milazzo, Procaccini, Sofo, Stancanelli (vicepresidente JURI) - (Conservatori e Riformisti Europei);
Adinolfi (Matteo), Baldassarre, Bardella, Bizzotto, Bonfrisco, Borchia, Bruna, Campomenosi (capo delegazione Lega), Casanova, Ceccardi, Ciocca, Conte, Da Re, Donato, Dreosto, Gancia, Lancini, Lizzi, Mariani, Panza, Rinaldi, Sardone, Tardino, Tovaglieri, Zambelli, Zanni (presidente gruppo ID) - (Identità e Democrazia);
Adinolfi Isabella, Amaro, Caroppo, Casa, De Meo, Martusciello, Patriciello, Regimenti, Salini, Tajani (presidente AFCO, capo delegazione FI) Vuolo (Partito Popolare Europeo)
Cozzolino, De Castro, Toia (vicepresidente ITRE) (The Left Gruppo della Sinistra);
Danti, Gozi, Zullo (Renew Europe);

Favorevoli (17)
Beghin (capo delegazione M5S), Castaldo (Vicepresidente del PE), Ferrara, Furore, Gemma, Giarrusso, Pignedoli, Rondinelli  (The Left Gruppo della Sinistra)
Alfonsi, Cavazzini, Corrao, D'Amato, Delli, Evi, Pedicini, Ripa, Rivasi (Verdi/ALE)

Astenuti (14)
Bartolo (vicepresidente LIBE), Benifei, Bonafè, Calenda, Chinnici (vicepresidente CONT), Ferrandino (vicepresidente PECH), Gualmini, Majorino, Moretti, Picierno, Pisapia (vicepresidente AFCO), Roberti, Smeriglio, Tinagli (presidente ECON).

L'esito finale del voto-
Il Parlamento europeo ha respinto l'obiezione sollevata dalla mozione 2021/2718 a un atto delegato adottato dalla Commissione e dagli Stati membri, che definisce i criteri con cui, in un momento successivo, saranno stilate liste di antimicrobici il cui uso sugli animali sarà sottoposto a restrizioni perché da riservare al trattamento di infezioni nell'uomo.Se la mozione fosse stata approvata, la Commissione europea sarebbe stata costretta a ritirare l'atto legislativo e a presentarne un altro. Il rigetto della mozione spiana invece la strada alle modifiche legislative proposte dall'Esecutivo Ue, sostenute dalla Veterinaria europea, dalle industrie del settore e dagli allevatori.

Salvi gli antimicrobici essenziali in veterinaria

Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o