Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25475
  
lineeguidaDall'Autorità europea per la sicurezza alimentare arrivano le linee guida per la comunicazione del rischio. Quattro principi guida per prendere la decisione giusta.
Il documento, ora disponibile anche in lingua italiana, vuole assistere l'attività decisionale sulla corretta comunicazione in un'ampia varietà di situazioni che si possono verificare durante la valutazione e la comunicazione dei rischi relativi alla sicurezza alimentare in Europa. L'intento dichiarato è offrire alle autorità sanitarie pubbliche dei diversi Paesi un quadro comune applicabile alla formulazione di strategie di comunicazione del rischio.

Quattro i principi-guida dei quali vengono presentati anche esperienze pratiche e case-study: apertura,trasparenza, indipendenza e prontezza di reazione.

1. Apertura - L'apertura è fondamentale per l'efficacia della comunicazione del rischio e la reputazione di un'organizzazione. Affinché i pareri e gli interventi relativi ai rischi per la sicurezza alimentare vengano accolti con fiducia, è importante che le valutazioni del rischio siano pubblicate puntualmente e che sia possibile esaminare le informazioni su cui si basano le decisioni. Anche un dialogo aperto con i portatori di interesse e le parti interessate è essenziale per creare un sentimento di fiducia nel processo di valutazione del rischio.

2. Trasparenza - La trasparenza è strettamente collegata all'apertura ed è ugualmente importante per costruire la fiducia. La trasparenza è fondamentale anche nell'attività decisionale e nell'approccio adottato per spiegare come opera un'organizzazione, quali sono i suoi organi di governo e come prende le sue decisioni. Nella comunicazione occorre sempre segnalare con chiarezza eventuali aree di incertezza nella valutazione del rischio, se e come queste aree possono essere affrontate dal valutatore e/o dal gestore del rischio, e le implicazioni di tali incertezze residue nei confronti della salute pubblica.

3. Indipendenza - La comunicazione del rischio sarà sempre percepita come più affidabile se è possibile dimostrare che le persone incaricate delle valutazioni del rischio e della loro comunicazione sono indipendenti da decisori politici, industrie, ONG o altri interessi di parte. L'EFSA attribuisce la massima importanza al fatto di garantire l'imparzialità dei suoi pareri scientifici e ha istituito tutta una serie di meccanismi e processi intesi a tutelare l'indipendenza e l'integrità del suo lavoro scientifico.

4. Prontezza di reazione / tempestività - Una comunicazione tempestiva e accurata, anche quando non si è a conoscenza di tutti i fatti, nel lungo termine contribuisce a garantire che la fonte di informazioni sia considerata credibile e affidabile. Spesso le comunicazioni sollecite sono cruciali.

pdfGUIDA_EFSA_COMUNICAZIONE_DEL_RISCHIO_ALIMENTARE.pdf1009.12 KB
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o