Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 28693
  
Immagine
Dopo la riforma del titolo V della Costituzione, il Ministero della Salute si riorganizza all’insegna di una struttura “di indirizzo e di supporto alle Regioni”. Avrà tre Dipartimenti e 10 direzioni generali così suddivise: “Dipartimento della Qualità” con tre direzioni generali (programmazione, Lea e principi etici, risorse umane e professioni sanitarie, sistema informativo); “Dipartimento dell'Innovazione” con tre direzioni generali (farmaci e dispositivi medici, ricerca scientifica e tecnologica, personale con organizzazione e bilancio); Dipartimento per la Prevenzione e la Comunicazione con quattro direzioni generali (prevenzione, veterinaria e alimenti, comunicazioni e relazioni istituzionali e rapporti internazionali).