Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25854
  
CANE VETORTrattare animali sofferenti può destabilizzare proprio chi è preposto alle loro cure. Su Plos One è pubblicato il primo studio internazionale su un campione di Medici Veterinari Italiani che analizza l'incidenza del dolore e della morte del paziente sulla qualità della vita professionale. L'ansia da attaccamento è il principale imputato. Per gli autori, un team tutto italiano, il rimedio non sta nell'evitare l'esposizione professionale ma nel rafforzare le doti del Medico Veterinario in quanto caregiver.


I Medici Veterinari hanno più probabilità di venire emotivamente sopraffatti dal dolore e dalla morte del paziente animale quando l'ansia da attaccamento è molto alta e hanno una visione di sé negativa. In questi casi, viene meno anche la gratificazione professionale di essere dei caregivers. Questo il complesso scenario analizzato dal recente studio Exposure to animal suffering, adult attachment styles, and professional quality of life in a sample of Italian veterinarians pubblicato da Plos One e firmato da Alessandro Musetti, Alessandro Schianchi, Luca Caricati, Tommaso Manari e Adriano Schimmenti.

Il fattore predittivo dell'attaccamento- L'attaccamento - spiegano i ricercatori- è un fenomeno che ha radici nell'infanzia, in relazione al ruolo protettivo genitoriale, e che nell'età adulta può esitare nell'incapacità a far fronte, da soli, ad eventi dolorosi. In questo caso, viene meno anche la capacità di mettere in atto delle strategie di contrasto, con ricadute sul benessere e sulla qualità di vita professionale. La presenza di altri fattori come un carico di lavoro elevato, complica le cose. Ma è l'attaccamento ad essere messo sotto i riflettori dello studio, essendo considerato "un rilevante fattore predittivo" della qualità della vita professionale dei Medici Veterinari.

Altri fattori di rischio, contestuali e individuali, della qualità della vita professionale dei veterinari sono oggetto di dibattito. Ma lo studio Musetti et al si concentra sugli stili di attaccamento: "In effetti- spiegano i ricercatori- i nostri risultati suggeriscono che gli stili di attaccamento sono una variabile importante da tenere in considerazione per la pianificazione di programmi educativi rivolti ai veterinari che affrontano circostanze angoscianti".

Altri fattori-  "Abbiamo scoperto - proseguono- che al genere, al carico di lavoro, alla disponibilità su chiamata, sono associati a livelli inferiori di qualità della vita professionale complessiva dei veterinari. Ciò suggerisce che i fattori legati al lavoro possono combinarsi con caratteristiche psicologiche contestuali e individuali nel migliorare o ridurre la qualità della vita professionale".

Non sottrarsi a elementi tipici della professione- 
I risultati vengono analizzati anche per individuare la direzione delle future ricerche sia sui fattori di rischio che sulle aree di intervento. Ad esempio, "un programma di intervento sull'attaccamento dovrebbe mirare a promuovere una visione positiva di sé e degli altri, anzichè limitarsi a ridurre l'esposizione dei veterinari a fonti di angoscia (cioè l'esposizione alla sofferenza degli animali) che sono elementi caratteristici della professione".

"Questo approccio può rivelarsi fondamentale per migliorare la qualità della vita professionale complessiva - spiega Alessandro Schianchi, Medico Veterinario e Psicologo-  consentendo di lavorare con maggiore "compassion" e meno "fatigue". Gli ostacoli possono essere superati senza mai arrivare a mettere in discussione il proprio essere Medico Veterinario".

Metodologia- Lo studio, il primo nel suo genere, è stato condotto su un campione di rispondenti  basato sul questionario somministrato dall'ANMVI a luglio del 2019. Hanno contribuito alla ricerca 1.445 Medici Veterinari italiani che, su base volontaria, hanno correttamente compilato il questionario. La maggior parte dei rispondenti (70%) sono state donne di età compresa tra i 24 e i 74 anni. Lo studio è stato progettato e realizzato secondo il Codice Etico dell'Associazione Italiana di Psicologia e il Codice di Condotta Europeo per l'Integrità della Ricerca e l'Associazione Psicologica Americana..

Exposure to animal suffering, adult attachment styles, and professional quality of life in a sample of Italian veterinarians
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o