Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25754

Le pubblicazioni riprenderanno con regolarità da settembre 

  
imma copyI Medici Veterinari italiani fanno sempre più farmacovigilanza, ma il numero delle loro segnalazioni continua ad essere fra i più bassi d'Europa. Per semplificare, la scheda di segnalazione sarà collegata alla ricetta veterinaria elettronica. Destinatari dell'ultimo bollettino annuale sono soprattutto i medici veterinari.



Notoriamente poco praticata, e non solo in Italia, la farmacovigilanza veterinaria registra da alcuni anni un costante trend di crescita. Anche nel 2017, le segnalazioni di sospetti eventi avversi è cresciuto: 576 le segnalazioni totali (erano 383 nel 2016 e solo 68 dieci anni fa) su scala nazionale.
Il dato è riportato nell'ultimo bollettino di farmacovigilanza veterinaria pubblicato dal Ministero della Salute, che ha analizzato le segnalazioni del 2017 per sospetti eventi avversi (AE – Adverse Events) causati dall’utilizzo di medicinali veterinari autorizzati.

Delle 579 segnalazioni raccolte nel 2017 dal Ministero della Salute, 315 sono state classificate come “gravi” ovvero hanno causato la morte, hanno messo in pericolo la vita del paziente, hanno creato invalidità temporanea o permanente o anomalie congenite o altri eventi avversi significativi.
In generale, le segnalazioni hanno riguardato circa il 10% dei medicinali autorizzati in Italia. La maggior parte delle segnalazioni riguardano i cani, i bovini e i suini e sono connesse ai vaccini. Nel 2017 ci sono state anche 9 segnalazioni di eventi avversi nell’uomo, a seguito dell’utilizzo di medicinali veterinari.

La finalità della farmacovigilanza è di continuare a monitorare il rapporto beneficio-rischio relativo ai medicinali veterinari. Il bollettino è pertanto indirizzato principalmente ai medici veterinari che li prescrivono e li somministrano. Anche a fronte delle loro segnalazioni infatti, il Sistema nazionale veterinario di farmacovigilanza mette in atto azioni regolatorie che possono andare dall'introduzione di nuove avvertenze sul foglietto illustrativo, fino alla revoca dell'AIC.

Il report ministeriale elenca tutte le modifiche di sicurezza, prodotto per prodotto,  apportate nel corso del 2017

Come riportato nel Manuale operativo della ricetta veterinaria elettronica, il nuovo sistema di prescrizione digitale sarà collegato a quello della farmacovigilanza. All’atto della prescrizione medico-veterinaria elettronica, il sistema informativo permette il collegamento alla scheda on-line di segnalazioneSospetta Reazione Avversa "al fine di semplificare la procedura per i medici veterinari liberi professionisti".

Bollettino annuale di farmacovigilanza
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o