Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25042
  
ANITIMICROBIALORDopo i fact finding fra gli Stati Membri, la Commissione Europea registra che l'uso prudente degli antimicrobici negli animali "sta dando risultati" e -per l'Italia -evidenzia i progressi in allevamento grazie al software della SIVAR, che consente l'automonitoraggio degli utilizzi effettivi da contrapporre ai dati ESVAC che registrano gli antibiotici venduti, ma non le somministrazioni.
Uso prudente, biosicurezza e vaccinazioni: la DgSante presenta la panoramica delle misure veterinarie adottate negli Stati Membri per conciliare la lotta alla resistenza antimicrobica (AMR) con la lotta alle malattie animali. Il report finale riassume i risultati delle missioni conoscitive (fact finding) condotte nel periodo 2017-2018 e conclude che "l'uso prudente degli antimicrobici negli animali sta dando risultati".

Best practice italiana- In Italia, la missione conoscitiva si è svolta a dicembre dell'anno scorso, quando gli ispettori europei hanno condotto un'ampia ricognizione della situazione italiana, alla quale hanno partecipato ANMVI e SIVAR. Gli ispettori chiedevano di conoscere il grado di attuazione in Italia delle linee guida della Commissione ed eventuali best practice volontarie. ANMVI e SIVAR hanno presentato il Software DDD realizzato dalla SIVAR, ora citato nel rapporto finale della Direzione Salute della Commissione Europea. "Questo strumento - scrive la Commissione- è stato sviluppato per calcolare gli antimicrobici effettivamente utilizzati nelle aziende agricole, piuttosto che fare affidamento sui dati di vendita. I risultati hanno migliorato la consapevolezza degli allevatori sull'elevato livello di esposizione dei loro animali agli antimicrobici".

"A voluntary new farm veterinarian"- Fra le iniziative istituzionali, il report cita il Veterinario Aziendale ("a voluntary new farm veterinarian"). Nel 2019 - scrive la Commissione- in Italia è stato introdotto un nuovo concetto volontario di veterinario d'allevamento, con lo scopo di supportare il corretto utilizzo dei medicinali veterinari e per garantire l'uso prudente degli antimicrobici.

Resistenza antimicrobica dei batteri zoonotici e commensali - Un secondo rapporto della DgSante analizza i progressi nella lotta alla resistenza antimicrobica dei batteri zoonotici e commensali nell'Unione. La relazione di sintesi finale conclude che in Europa i livelli di AMR sono "decrescenti" e conferma l'importanza degli audit nell'incoraggiare i miglioramenti


Report finds that more prudent use of antimicrobials in animals is delivering results
Report highlights continued improvements in the monitoring of antimicrobial resistance in bacteria from animals and food

Final Overview Report:
Antimicrobial Resistance Monitoring in Zoonotic and Commensal Bacteria (anche in lingua italiana)
Measures to tackle Antimicrobial Resistance through the Prudent Use of Antimicrobials in Animals
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o