Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27571
  
patua copyC'è l'accordo fra i Ministri dell'Agricolutura sulla nuova Politica Agricola Comune (PAC). Entro  l'anno l'Italia dovrà presentare il proprio piano strategico alla Commissione Europea.

"Forse abbiamo complicato un po' troppo le cose". Per le piccole e medie imprese agricole italiane non ci sarà la semplificazione auspicata dall'Italia. Il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli elogia (video) l'accordo raggiunto oggi al Consiglio Agrifish sulla PAC post 2020 ma riserva un lungo passaggio al rammarico per una Politica Agricola Comune ancora troppo complessa per i diretti beneficiari degli aiuti. L'Italia, ha dichiarato Patuanelli, farà quindi una valutazione d'impatto sulla realtà agricola nazionale, "anche se i motivi per essere soddisfatti sono superiori".

La nuova PAC coprirà il periodo 2023-2027; fino ad allora continuerà ad applicarsi un accordo transitorio concordato nel 2020.

Una PAC più ecologica- Le misure per incoraggiare gli agricoltori ad adottare pratiche agricole "più ecologiche"  includono:
- standard di condizionalità rafforzati che gli agricoltori devono soddisfare per ricevere il sostegno della PAC, compresa la tutela degli elementi caratteristici del paesaggio per proteggere la biodiversità;
- eco-schemi per sostenere e/o incentivare gli agricoltori ad osservare pratiche agricole a beneficio del clima e dell'ambiente;
- una quota maggiore dei fondi per lo sviluppo rurale da investire in interventi green;
- monitoraggio della spesa per clima e biodiversità, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo

Sostegno alle aziende agricole più piccole - Il pacchetto di riforma della PAC comprende anche misure volte a ridistribuire i fondi a favore delle piccole e medie aziende agricole. In base all'accordo, gli Stati membri saranno tenuti a reindirizzare il 10% dei pagamenti diretti a beneficio di tali aziende

Iter- A  livello unionale, si lavorerà ora a livello interistituzionale sui restanti dettagli tecnici della proposta di riforma, dopo di che sarà formalmente approvata sia dal Parlamento europeo che dal Consiglio.
Gli Stati membri avranno tempo fino al 31 dicembre 2021 per presentare i loro progetti di piani strategici nazionali all'approvazione della Commissione. Il piano dell'Italia sarà " improntato alla semplicità"- ha detto Patuanelli, preannunciando che i primi  interventi andranno a tutela della concorrenza sleale esercitata dai Paesi Terzi.

Agrifish: raggiunto accordo sui regolamenti della pac. Via libera alla condizionalita' sociale.

Farming ministers confirm CAP reform deal
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o