Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27420
  
vetazor copyApprovando il Decreto Rilancio, la Camera dei Deputati ieri ha dato il via libera alla nascita del "Sistema di qualità nazionale per il benessere animale". Il Sistema sarà disciplinato e attuato da successivi decreti a cura dei Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute "secondo le rispettive competenze". Il ruolo informativo del Veterinario Aziendale.

Manca l'ultimo passaggio in Senato per gettare le basi giuridiche del «Sistema di qualità nazionale per il benessere animale». L'adesione al Sistema sarà volontaria. Potranno accedervi tutti gli operatori che si impegnano ad applicare la disciplina produttiva propria del Sistema e che si sottopongono ai relativi controlli.

Il Sistema- E' costituito dall'insieme di:
- requisiti di salute e di benessere animale "superiori a quelli delle pertinenti norme europee e nazionali"
- regole tecniche di gestione dell'intero processo di allevamento degli animali destinati alla produzione alimentare, "compresa la gestione delle emissioni nell'ambiente", distinguendo per specie, orientamento produttivo e metodo di allevamento.

Decreti attuativi a cura di Mipaaf e MinSal- Con uno o più decreti dei Ministri delle politiche agricole e della Salute saranno definiti:
- la disciplina produttiva
- il segno distintivo con cui identificare i prodotti conformi
- le procedure di armonizzazione e di coordinamento dei sistemi di certificazione e di qualità autorizzati
- le misure di vigilanza e controllo
- le modalità di utilizzo dei dati disponibili nelle banche di dati esistenti, nazionali e regionali
L'adozione dei decreti richiederà l'intesa in Conferenza Stato-Regioni

Dati agricoli e sanitari- Il Sistema si basa sulle informazioni già presenti nei sistemi informativi operanti nel settore agricolo e sanitario e sulle "ulteriori informazioni utili alla qualificazione delle stesse banche di dati", attinte da:
-i sistemi in cui sono registrati i risultati dei controlli ufficiali
-i campionamenti e gli esiti di analisi, prove e diagnosi effettuate dagli istituti zooprofilattici sperimentali
-i sistemi alimentati dal veterinario aziendale 

Decreto Mipaaf-MinSal-  Spetta ai due Dicasteri istituire e regolamentare per decreto un organismo tecnico-scientifico, con il compito di definire il regime e le modalità di gestione del Sistema, incluso il ricorso a certificazioni rilasciate da organismi accreditati in conformità al regolamento (CE) n. 765/2008, con la partecipazione di rappresentanti di ACCREDIA, l'Ente unico nazionale per l'accreditamento.

Le basi giuridiche del «Sistema di qualità nazionale per il benessere animale» sono contenute nell'articolo 224bis del Decreto Rilancio, approvato dalla Camera dei Deputati ieri pomeriggio. Il provvedimento passa al Senato per l'ultima lettura.

Veterinario aziendale "perno" delle strategie F2F
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o