Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27259
  
fototwitter"Se prima non lo abbiamo fatto abbastanza, la ricetta veterinaria elettronica ci farà dialogare di più". Concordano senza riserve i Medici Veterinari e i Farmacisti, che ieri pomeriggio si sono incontrati a BolognaFiere per il convegno Guida Facile alla ricetta veterinaria elettronica- organizzato da ANMVI in collaborazione con Zoomark International. ANMVI e Federfarma chiedono iniziative contro la vendita on line illegale di farmaci veterinari.

Protagonisti del confronto, ieri a Zoomark International il Presidente ANMVI Marco Melosi, il dirigente del Ministero della Salute Salvatore Macrì (Ufficio Medicinali Veterinari, DGSAF) e i dirigenti di Federfarma, Annarosa Racca (Presidente Annarosa Racca), Giampiero Toselli (Segretario Generale Federfarma Milano, Monza e Lodi) e Achille Gallina Toschi (Presidente di Federfarma Emilia Romagna e componente del Consiglio di Presidenza di Federfarma nazionale).

A meno di un mese dall'entrata in vigore della REV, il sistema sconta lentezze informatiche e difficoltà operative sia da parte dei Medici Veterinari che dei Farmacisti. "Ne siamo consapevoli, il sistema è in fase di assestamento e ci stiamo lavorando molto per superarle il più rapidamente possibile" ha detto Macrì, presentando i numeri delle prime due settimane di emissione digitale delle ricette veterinarie, numeri molto significativi nonostante un complicato rodaggio.
Lo stesso Ministero della Salute ha ricordato la possibilità di ricorrere al cartaceo in caso di mancata funzionalità del Sistema.

Forte impatto iniziale ma Federfarma rassicura- Fin dai primi giorni, il Sistema REV e le Farmacie hanno accusato l'impatto di una consistente attività prescrittiva da parte dei Medici Veterinari (più di 11 mila Medici Veterinari prescrittori attivi e una media di 26mila ricette al giorno da evadere). Il tutto- hanno spiegato i rappresentanti di Federfarma- complicato dal fatto di non poter usare da subito il Sistema SAR-Tessera Sanitaria, all'interno del quale le farmacie evadono la ricetta veterinaria e predispongono lo scontrino fiscale per la detrazione del farmaco veterinario acquistato dal proprietario/cliente. A regime però, la REV "sarà anche quantitativamente gestibile" ha spiegato Federfarma, rappresentando - all'interno della farmacia- una quota di prescrizioni comunque contenuta rispetto al settore umano.

La situazione nelle farmacie sta migliorando- hanno rassicurato i rappresentanti di Federfarma. Superata la fase di assestamento, "la ricetta elettronica faciliterà il compito di tutti, il vostro di prescrivere e il nostro di dispensare il medicinale veterinario- ha dichiarato la Presidente di Federfarma Lombardia, Annarosa Racca, ha dichiarato alla platea veterinaria partendo dall'esperienza in ambito umano. "La REV ci aiuta a lavorare insieme, perchè noi Veterinari e Farmacisti siamo il territorio. E non si tornerà indietro"- ha aggiunto.

Dialogo Veterinario-Farmacia- "Bisogna parlarsi più di prima- ha insistito il Presidente Melosi- con una telefonata ci si chiarisce rapidamente a tutto vantaggio del proprietario e dell'animale che deve ricevere il farmaco". Risolvere con il Veterinario eventuali dubbi e intoppi permette anche di sbloccare la dispensazione del farmaco e di metterla a Sistema, all'interno del quale  il Veterinario prescrittore può visualizzare lo stato di effettiva evasione della propria ricetta: un minuto dopo l'evasione della REV nel Sistema SAR, lo stato della ricetta è visibile in VetInfo. Non appena perfezionata la consegna in farmacia, il Medico Veterinario visualizza come evasa la ricetta emessa.
Per quanto riguarda la prescrizione veterinaria di galenici, invece, il farmacista continuerà ad utilizzare VetInfo.

Dallo stupefacente erroneamente prescritto con la ricetta elettronica (anzìchè con la invariata modalità cartacea) al Codice fiscale non corrispondente (alla persona che si presenta al banco della farmacia per l'acquisto del medicinale) sono numerosi i casi pratici che il Veterinario e il Farmacista possono reciprocamente aiutarsi a risolvere. L'indicazione del telefono del prescrittore sulla ricetta va in questa direzione, nascendo come esigenza di contatto rapido per la questione della non sostituibilità del farmaco prescritto in assenza di autorizzazione da parte del Medico Veterinario prescrittore.

Intoppi pratici a parte, la REV - hanno osservato i rappresentanti di Federfarma- permette di superare errori di compilazioni, incertezze di lettura o banali imprecisioni, a tutto vantaggio del cittadino che- hanno ribadito- è il vero destinatario dei vantaggi della digitalizzazione delle prescrizioni mediche.

Non solo lotta all'antibioticoresistenza -Anche se le resistenze rappresentano un fenomeno di portata epocale - paragonabile e addirittura superiore alla BSE ha spiegato Salvatore Macrì- la ricetta veterinaria elettronica nasce per tracciare il farmaco veterinario, favorirne l'uso corretto e anche per aumentare la farmacovigilanza veterinaria. Federfarma ha ricordato che le confezioni dei farmaci veterinari hanno un codice a barre da molti anni, prima ancora dei medicinali ad uso umano la cui lettura digitale si perfezionerà solo entro il 2025.

Occasione di dialogo e di chiarezza dei ruoli- Rafforzato il ruolo del Medico Veterinario- l'unico vero gestore della terapia farmacologica prescritta- ma anche  in sinergia con quello del Farmacista che evade la ricetta veterinaria al proprietario/cliente. Un punto sul quale concordano ANMVI e Federfarma, anche a favore di una maggiore chiarezza di ruoli agli occhi del cittadino.

Stop ai siti illegali- Il cittadino è tutelato dalla tracciabilità del farmaco veterinario prescritto elettronicamente. Per rafforzare questa garanzia e anche la stessa REV,  ANMVI e Federfarma hanno condiviso l'esigenza di fermare gli abusi di vendita illegale a distanza dei farmaci veterinari soggetti a prescrizione. La legge italiana lo vieta, ma è necessario- hanno puntualizzato- intervenire con misure attive di prevenzione e di blocco di siti e canali on line illegali.


REV: blocco della ripetibilità e altri importanti chiarimenti
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o