Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 27420
  
reOROmeopatici e scorte ad uso umano con la ricetta elettronica. Il Ministero della Salute precisa: il sistema rispecchia la normativa e non si sostituisce alla conoscenza della legge da parte del Medico Veterinario. Il 10 settembre nuovo incontro dei gruppi di lavoro (ANMVI e SIVAR) sulla ricetta elettronica per animali da compagnia e da reddito.

Il Ministero della Salute rende noto che il sito  ricettaveterinariaelettronica.it è "in costante aggiornamento". E, dopo l'avvio delle richieste di account e la pubblicazione del Manuale Operativo, lunedì 10 settembre, a Cremona, i gruppi di sperimentazione SIVAR e ANMVI torneranno a fare il punto sul sistema informatico, in collaborazione con Regione Lombardia e con il CSI del Ministero.

I due gruppi- rispettivamente per la ricetta negli animali da reddito e per gli animali da compagnia- faranno il punto sulle attività di emissione in forma elettronica delle prescrizioni veterinarie, una modalità a tutt'oggi realizzata dai Medici Veterinari in forma volontaria e facoltativa.

Sulla base delle attività di formazione e di utilizzo, il Ministero della Salute apporta costanti adeguamenti al sistema. Gli ultimi sono stati oggetto di una nota della DGSAF, che il 10 agosto ha risposto ad alcuni quesiti avanzati dalla Federazione degli Omeopati, FIAMO.

Omeopatici in deroga e tempi di attesa- La Direzione ministeriale ha chiarito che nel sistema informatico della ricetta elettronica sono previste funzionalità di gestione della prescrizione di farmaco veterinario omeopatico. Se la scelta del Medico Veterinario ricade su un farmaco omeopatico umano, "si applicano le modalità dell’uso in deroga" (articoli 10 e 11 del decreto legislativo 193/2006, che disciplinano rispettivamente l’uso in deroga negli animali d’affezione e di allevamento); nel caso di prescrizione in allevamento, il sistema informatico si attiene ai tempi di attesa previsti dalla norma di legge . Sotto la propria responsabilità il Medico Veterinario potrà modificarli - precisa la nota ministeriale - ma solo "in eccesso" e "mai in difetto".

Scorte di medicinail ad uso umano - La stessa nota ministeriale del 10 agosto ha anche ribadito che "soltanto gli impianti di cura (strutture veterinarie, di cui all’articolo 84 del decreto legislativo 193/2006) possono detenere scorte di medicinali ad uso umano (compresi quindi quelli omeopatici) limitatamente all’impiego su animali non destinati alla produzione di alimenti ed esclusivamente per l’uso in deroga previsto dall'articolo 10 del 193/2006)".

Adeguamento del sistema della ricetta elettronica- Il sistema della Ricetta Veterinaria Elettronica è stato modificato in modo da  consentire, all’atto della compilazione, di caricare medicinali ad uso umano (compreso l’omeopatico) soltanto per gli impianti di cura degli animali di cui al suddetto articolo 84.

Il sistema non sostituisce la conoscenza della legge- Le scorte di medicinali veterinari nelle strutture autorizzate all’esercizio dell’attività professionale veterinaria, sono tenute sotto la responsabilità del direttore sanitario della struttura. Il sistema informatico, conclude il Ministero, "lascia impregiudicata" la responsabilità del Medico Veterinario. Il sistema rispecchia la normativa vigente e "non si sostituisce alla conoscenza specifica dei dettami normativi da parte del medico veterinario".

Il Manuale Operativo e il Manuale Utente- Il 23 luglio il Ministero della Salute ha reso disponibile il Manuale Operativo per la prescrizione medico-veterinaria elettronica che andrà allegato all'emanando decreto attuativo dell'articolo 3 della Legge 20 novembre 2017, n. 167 (Tracciabilità dei medicinali veterinari). Si tratta del decreto, già presentato dal Ministero della Salute, che deve essere approvato dalla Conferenza Stato Regioni. Contestualmente, il Parlamento sta discutendo il Milleproroghe che, al Senato, ha rinviato l'entrata in vigore della ricetta elettronica al 1 gennaio 2019.
On line è disponibile anche un Manuale Utente che descrive, sezione per sezione, le risorse del sistema informativo.

pdfNOTA_DGSAF_A_FIAMO.pdf81.62 KB
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o