Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 24746
  
pigsorLa Commissione Europea ha designato il primo centro di riferimento dell'Unione dedicato al benessere animale. Avrà sede in Olanda. Priorità: la legislazione sul benessere dei suini. L'istituzione era prevista dal nuovo Regolamento 625/2017. Il Centro fornirà supporto alla Commissione e agli Stati membri nei controlli ufficiali sul benessere degli animali.

Dopo una selezione pubblica, il consorzio che unisce i Paesi Bassi (Wageningen Livestock Research), la Germania (Istituto Friedrich Loefflee) e la Danimarca (Università di Aarhus-Dipartimento di Scienze animali) ottiene la designazione a Centro di referenza dell'UE. Una nota della Commissione Europea  informa che "questo primo centro si concentrerà sulla legislazione del benessere dei suini".

La nascita del Centro, il primo dedicato all'Animal Welfare, è prevista dagli articoli 95 e 96 del nuovo Regolamento sui controlli ufficiali.
Il Centro fornirà supporto tecnico e assistenza coordinata agli Stati membri per effettuare controlli ufficiali sul benessere degli animali. Contribuirà inoltre alla diffusione di buone pratiche, nonché alla realizzazione di studi scientifici, corsi di formazione e alla diffusione di ricerche e informazioni sulle innovazioni tecniche.

In qualità di centro di riferimento dell’Unione europea, dovrà eseguire i propri compiti "in modo imparziale" . I requisiti del Centro stabiliti dal Regolamento sono:
-un elevato livello di competenza scientifica e tecnica (su rapporto uomo-animale, comportamento animale, fisiologia animale, genetica animale, salute e nutrizione animale in relazione al benessere degli animali, e aspetti di tale benessere connessi all’impiego commerciale e scientifico degli animali);
-personale debitamente qualificato (ed eventualmente personale di sostegno) con una formazione adeguata nelle suddette competenze scientifiche ed anche nelle questioni etiche relative agli animali
- disponibilità o accesso alle infrastrutture, alle attrezzature e ai prodotti necessari per svolgere i compiti loro assegnati.
Nel  corso delle attività di lavoro, il Centro dovrà tenere in considerazione i più recenti sviluppi nel campo della ricerca a livello nazionale, europeo e internazionale, inclusi gli studi eseguiti e le azioni intraprese da altri Centri di riferimento dell’Unione europea per il benessere degli animali.

Il Commissario Vytenis Andriukaitis ha accolto favorevolmente questa designazione, sottolineando che "questo è un altro esempio del fatto che l'UE rimane, a livello internazionale, in prima linea nello sviluppo di elevati standard di benessere degli animali." Dopo l'istituzione della Piattaforma UE sul benessere degli animali nel 2017, oggi segna un'altra pietra miliare poiché è la prima volta che un Centro UE è dedicato a sostenere gli Stati membri nell'applicazione e nel monitoraggio delle norme sul benessere degli animali all'interno dell'Unione ".


Regolamento di Esecuzione (UE) 2018/329
della Commissione del 5 marzo 2018 che designa un centro di riferimento dell'Unione europea per il benessere degli animali
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o