Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26363
  
rc dita incrociateorUna nuova sezione del sito anmvi.it è interamente dedicata alle FAQ sulla copertura assicurativa per responsabilità civile professionale I premi pagati per l'assicurazione RC sono certamente deducibili: sono costi sostenuti per proteggersi da eventuali danni a terzi nell'esercizio professionale.
Fra i quesiti ricorrenti figurano quelli sui risvolti fiscali della polizza, sulla sua deducibilità e sulla presentazione della relativa documentazione ai fini della determinazione del reddito.
"Certamente il costo per RC Professionale è deducibile nella determinazione del reddito di lavoro autonomo"- risponde il consulente fiscale Giovanni Stassi- che spiega: "L'articolo 54 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR – Testo Unico Imposte sui Redditi) detta le disposizioni per la determinazione del reddito di lavoro autonomo. Il comma 1 del citato articolo 54 dispone che Il reddito derivante dall'esercizio di arti e professioni è costituito dalla differenza tra l'ammontare dei compensi percepiti nel periodo di imposta e quello delle spese sostenute nel periodo stesso".

Le condizioni per la deducibilità dei costi sono le seguenti:
Principio di cassa - L'articolo 54 del DPR 917/86 stabilisce che i costi devono essere sostenuti nel periodo d'imposta. In altre parole per determinare se una spesa è deducibile bisogna fare riferimento al principio di cassa in base al quale concorrono alla formazione del reddito le spese effettivamente sostenute (pagate).
Principio dell'inerenza - Un'ulteriore condizione viene posta dalla legge per la deduzione dei costi. I costi devono essere inerenti. L'inerenza deriva dall'oggetto della professione esercitata. Per fare un esempio, un professionista che esercita l'attività di medico veterinario non può considerare inerenti i costi sostenuti per l'acquisto di un tecnigrafo la cui spesa risulta invece inerente per l'attività di un ingegnere/architetto.

Documentazione della spesa- Perché una spesa possa essere deducibile, deve essere documentata. I documenti che provano il sostenimento della spesa possono essere costituiti da: fattura, ricevuta fiscale (alberghi, ristoranti, ecc.), semplice ricevuta (acquisto di quotidiani, valori bollati, premi assicurativi,ecc.).

Nel caso specifico i premi pagati per l'assicurazione RC professionale sono certamente deducibili se rispettano tutte le condizioni sopra indicate. Si tratta infatti di costi sostenuti dal professionista per proteggersi da eventuali danni che potrebbero essere arrecati agli animali in cura.

Quale documentazione presentare al proprio Commercialista? I sottoscrittori della Polizza RC Professionale ANMVI, il file da scaricare contenente la Polizza è denominato Certificato di adesione. Per portare in detrazione il pagamento sostenuto è sufficiente fornire al commercialista copia della polizza stessa (nelle prime pagine sono indicati premio e data di incasso).

Consulta tutte le faq sulla Polizza RC professionale ANMVI
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o