Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26816
  
stetoUE ORDa mercoledì 21 aprile è cogente e applicabile all'Italia il Regolamento (UE) 2016/429. La nuova normativa europea (cd Animal Health Law) ha lo scopo di prevenire e controllare le malattie animali che possono essere trasmesse ad altri animali o agli esseri umani. Il Ministero della Salute (DGSAF) fornisce le prime indicazioni operative e annuncia due decreti legislativi.


Per conformare l'ordinamento veterinario nazionale al nuovo Regolamento (UE) 2016/426 sulle malattie animali trasmissibili, sono in via di predisposizione due decreti legislativi. Lo rende noto il Direttore Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (DGSAF) - Pierdavide Lecchini- che oggi ha diffuso una nota in vista della data del 21 aprile 2021, data di applicazione del Regolamento a tutti gli Stati Membri.

I decreti in arrivo- I due decreti legislativi -comprensivi delle sanzioni pertinenti -  riguardano:
- le misure di prevenzione e controllo delle malattie animali trasmissibili
- le disposizioni per l’identificazione e la registrazione di animali e gli stabilimenti.

Le prime indicazioni dal Ministero- Con la circolare odierna, il Ministero della Salute fornisce indicazioni nell'ambito della prevenzione e del controllo delle malattie e nell'ambito del sistema di identificazione e di registrazione degli animali. Di entrambi gli ambiti vengono specificate le disposizioni a cui continuare a fare riferimenti in attesa dei decreti legislativi nazionali e gli articoli del Regolamento (UE) 2016/429 che invece trovano immediata applicazione.

Atti delegati e di esecuzione- Il Regolamento (UE) 2016/429 sarà direttamente applicabile all'Italia, senza provvedimenti di recepimento. Sarà accompagnato da una serie di atti delegati e di esecuzione - alcuni già emanati e altri in  in fase di emanazione- a cura della Commissione europea (qui l'elenco).

I decreti legislativi nazionali- Come tutti gli Stati Membri, anche l'Italia dovrà adeguare il proprio ordinamento previgente in materia di sanità animale. Per farlo, il Ministero della Salute- in quanto autorità competente- sarà delegato dal Parlamento ad adottare uno o più decreti legislativi. I principi e i criteri per la stesura di questi provvedimenti sono contenuti nell'articolo 14 della Legge di delegazione europea che il Senato licenzia in via definitiva proprio alla vigilia della scadenza del 21 aprile.

Nessun rinvio- Per l'adozione dei decreti legislativi il Parlamento dà dodici mesi di tempo al Governo. Il ritardo nazionale e di altri Stati Membri, accumulato con l'emergenza pandemica, non ha persuaso la Commissione Europea a concedere proroghe: il Regolamento (UE) 2016/429 sarà cogente dal 21 aprile 2021 in tutta l'Unione Europea.

pdfNOTA_DGSAF_PRIME_INDICAZIONI_REG_429.pdf559.4 KB

Normativa dell’UE in materia di sanità animale- pagina di Eurlex
Animal Health Law- sito della DgSante- Commissione Europea
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o