Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 26698
  
vetazor copyIl Sistema di Qualità Nazionale del Benessere Animale viene presentato ai Medici Veterinari oggi16 febbraio in videoconferenza. In via di definizione il decreto attuativo a cura dei Ministeri della Salute e delle Politiche Agricole. La presentazione è in collaborazione con Accredia. Per i promotori dell'iniziativa è "una preziosa opportunità di confronto". Come iscriversi.

Oggi la prima videoconferenza rivolta alla Società Civile. Domani, il SQNBA sarà presentato agli organizzazioni e alle associazioni dei Veterinarie dei Produttori (qui il link al programma) (qui il link per iscriversi) Nella giornata di martedì 16 febbraio è previsto anche un incontro con le Regioni.

Decreto attuativo in fase di completamento- L'iniziativa a cura dei Ministeri della Salute, delle Politiche Agricole e di Accredia si propone come "un confronto aperto sulle sfide e sulle problematiche a cui va incontro l’allevamento di animali da reddito, così come il resto del comparto agro-zootecnico". La collaborazione fra gli stakeholder  "è volta a definire, attraverso un Decreto Interministeriale, uno schema base di produzione di carattere nazionale per rafforzare la sostenibilità ambientale, economica e sociale delle produzioni di origine animale".

Si parte dai suini- Sebbene al momento i lavori siano stati focalizzati prevalentemente sulla specie suina allevata per l’ingrasso, i promotori fanno sapere che "è già stata avviata la ricognizione dei criteri utili per la certificazione dei bovini, coerenti con gli aspetti di biosicurezza, benessere animale, consumo degli antimicrobici sensibili e impatto ambientale già predisposti per i suini".

Uno schema base di produzione di carattere nazionale- Il Sistema di Qualità Nazionale per il Benessere Animale (SQNBA) è stato introdotto dal Decreto Rilancio (Legge 77/2020). A un successivo decreto interministeriale è stata rinviata- senza un termine ultimo di adozione- la definizione delle modalità attuative del Sistema.

Recupero di competitività in emergenza COVID-19- Il recupero di competitività della fase allevatoriale,  la sostenibilità dei processi produttivi e  la trasparenza verso i consumatori sono obiettivi  "particolarmente importanti in situazioni di emergenza come quella generata dalla diffusione del Coronavirus COVID-19".

La riqualificazione delle tecniche di allevamento- L'obiettivo del SQNBA è anche quello di favorire un recupero di competitività dell'attività di allevamento,  attuando politiche organiche a cui gli allevatori possano aderire attraverso un processo di miglioramento graduale nel tempo.  Questo processo " deve essere guidato e sostenuto definendo specifici Manuali di Buone Pratiche e di corretta gestione degli animali in allevamento e attivando un adeguato pacchetto di misure".

PAC e Recovery Plan- Il processo descritto "può essere attuato utilizzando in maniera coordinata gli strumenti disponibili e quelli che saranno messi a disposizione dalla Politica Agricola Comune e dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che pongono al centro dell’attenzione il miglioramento della sostenibilità dei vari processi produttivi".


La presentazione del SQNBA in tre appuntamenti:

Lunedì 15 febbraio
Incontro con la Società civile

Martedì 16 febbraio
Incontro con le Associazioni e Organizzazioni di categoria- dalle ore 10:30 alle ore 13:00
Incontro con le Regioni

Mercoledì 17 febbraio
Incontro con gli Organismi di certificazione

pdfINVITO_ALLE_ORGANIZZAZIONI_E_ASSOCIAZIONI_DI_CATEGORIA.pdf329.65 KB
Comunicato del Mipaaf
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o