• Utenti 10
  • Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 31181
TAVOLO MIUR

A Veterinaria il numero programmato scende ancora

A Veterinaria il numero programmato scende ancora
Il Tavolo tecnico per la programmazione dei posti disponibili a Medicina Veterinaria ha ipotizzato una ulteriore riduzione del numero programmato per l'anno accademico 2015-2016. Sarà il Ministero dell'Università a formalizzare gli accessi in vista del test di settembre. Al Tavolo ha partecipato per ANMVI il Presidente Marco Melosi.

La riunione di ieri pomeriggio al Ministero dell'Università ha considerato vari elementi: il fabbisogno definito dalle Regioni sulla base delle esigenze del SSN, l'offerta formativa degli Atenei, le indicazioni espresse dal Ministero della Salute e dalle rappresentanze professionali (Fnovi e Anmvi). Per il terzo anno consecutivo al Tavolo ministeriale ha partecipato per Anmvi il Presidente Marco Melosi che ha sottolineato come il dato complessivo delle Regioni (472 medici veterinari) quest'anno abbia visto una riduzione generalizzata, riduzione alla quale hanno concorso anche Regioni che negli anni precedenti avevano espresso numeri superiori alla media regionale.

Il Tavolo ha concluso per una ipotesi di programmazione degli accessi pari a 700 posti disponibili nelle tredici sedi universitarie dove è attivo il corso di laurea in medicina veterinaria. Si tratta di un valore al ribasso (-10% circa) che conferma una tendenza alla contrazione più aderente all'attuale prospettiva occupazionale.
Il valore si colloca ancora al di sopra di quello indicato da Fnovi (487 posti) e tuttavia inferiore all'offerta formativa complessivamente espressa dagli atenei (932 posti).

Nell'arco di quindici anni il numero programmato si è dimezzato: nell'anno 2000 il Miur decretava una programmazione di ben 1.428 accessi a Medicina Veterinaria. Il calo più rilevante si è avuto soprattutto nell'ultimo quinquennio scendendo sotto quota-1000, con sensibili riduzioni nel triennio 2013-2015.