Lunedì, 21 Aprile 2014
[
19:58 Liste d’attesa lunghe per Tac e Risonanze? Colpa delle macchine vecchie -    19:58 Convincente e competente, Fiaso traccia profilo del Dg Asl 'perfetto' -    19:58 Ci tieni a scegliere medico di famiglia? Appello Fimmg a cittadini -    17:57 Salute: ricerca su Google, la gente ci pensa di piu' a inizio settimana -    17:57 Farmaci: ridurre uso improprio Fans in cardiopatici contro ricadute -    17:57 Pediatria: da papa Francesco 150 uova di Pasqua a ospedale Bambino Gesu' -    17:57 Ricerca: cervello 'fuggito' torna a Padova, soddisfazione di Zaia -    17:56 Chirurgia: India, 12 lingotti d'oro rimossi da stomaco uomo d'affari -    17:56 Pasqua: allergologo, cioccolato nero innocuo ma occhio a mandorle e uova -    17:26 Sanita': Lorenzin, lottero' per Patto Salute -    
]
Ministero della Salute
mangimi 5 tnIl Ministero della Salute ha pubblicato il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali. Definiti gli obiettivi rilevanti e prioritari, fra cui l'aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi. Adeguamento alla normativa comunitaria. Controlli omogenei e coordinati dei mangimi in tutte le fasi. Il Piano è riferito agli anni 2012-2013-2014.
Il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali (anno 2012-2013-2014), pubblicato il 5 gennaio dal Ministero della Salute è stato predisposto dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari.

Controlli e responsabilità

Il Piano intende assicurare l'effettuazione, omogenea e coordinata, dei controlli dei mangimi in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione tenendo conto che la responsabilità primaria della sicurezza dei mangimi ricade sugli Operatori del Settore dei Mangimi (OSM).
Infatti gli OSM devono garantire, nelle proprie imprese, che i mangimi soddisfino le disposizioni della legislazione alimentare inerenti le loro attività in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione e verificare che tali disposizioni siano soddisfatte.

Gli obiettivi rilevanti e prioritari per il triennio 2012-2014 consistono in:
- aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi ai sensi del Regolamento (CE) 183/2005;
- controllo ufficiale sull'applicazione delle restrizioni relative al divieto di utilizzo delle proteine animali trasformate (PAT) nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale delle Micotossine nell'alimentazione degli animali (aflatossina B1,ocratossina A, zearalenone, deossinivalenolo, fumonisine, tossine T-2 e HT-2),
- controllo ufficiale dei Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale dell'eventuale presenza di additivi vietati e delle sostanze farmacologicamente attive nell'alimentazione animale;
- controllo ufficiale delle Diossine e PCB nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale della contaminazione da Salmonella spp nell'alimentazione degli animali
- controllo ufficiale sulla presenza di OGM nei mangimi (comparto biologico e convenzionale);
- orientamenti per la programmazione e relativa rendicontazione dei controlli sui mangimi di origine vegetale negli scambi intracomunitari.
Alle Regioni ed alle Province Autonome, è data facoltà di ampliare gli obiettivi del Piano, e conseguentemente l'attività ispettiva e di campionamento, sulla base di eventuali particolari esigenze anche non espressamente previste dalla programmazione nazionale attraverso la pianificazione di un' attività extrapiano. L'attività extrapiano potrà essere programmata per quanto riguarda l'attività di Monitoraggio e di Sorveglianza: tale programmazione deve essere comunicata al Ministero.

Le novità introdotte sono:
- Adeguamento della terminologia al Regolamento (CE) n.882/2004 che prevede un'attività di monitoraggio e una di Sorveglianza,
- Adozione di un'unica modalità di campionamento secondo quanto previsto dal Regolamento (CE) n.152/2009 per entrambi i programmi di controllo ufficiale di Monitoraggio e di Sorveglianza,
- Adeguamento della numerosità campionaria in base all'analisi del rischio effettuata tendo conto anche dei risultati degli anni precedenti,
- Attribuzione dei campioni per gli Additivi nutrizionali (oligoelementi) esclusivamente all'attività di Monitoraggio
- Attribuzione dei campioni per i Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi, esclusivamente all'attività di Monitoraggio,
- Modifica della scheda di rendicontazione delle ispezioni, in relazione alle richieste dell'OIE,
- Modifica del verbale di prelievo che prevede la raccolta di maggiori informazioni sul paese di origine e trattamenti subiti dai mangimi prelevati per la ricerca delle Diossine, utili per la rendicontazione.
È stato modificato anche l'elenco della normativa con l'aggiunta delle nuove disposizioni normative, inoltre, sono stati eliminati i riferimenti a norme comunitarie che modificano altre norme "madri", considerando più opportuno fare riferimento ai testi consolidati presenti sul sito della commissione.

Il PNAA sostituisce e abroga il "Piano Nazionale di Sorveglianza e di
Vigilanza Sanitaria sulla Alimentazione degli Animali 2009-2011.

pdfPNAA 2012 2014.pdf

ATTUALITA'

  • SSN: la manovra finanziaria taglia spese e stipendi +

    La manovra sui conti di asl e ospedali, in un solo articolo di legge, punta al recupero di risorse che >>>
  • Manuale delle attività investigative per i reati contro la fauna” +

    Approccio scientifico la lotta alle uccisioni illegali di animali selvatici: i medici veterinari devono appurare le cause di morte. >>>
  • IVA veterinaria denunciata agli Stati Generali della Salute +

    Il Presidente Gaetano Penocchio ha toccato il tema della fiscalità veterinaria, denunciando la disparità di trattamento subita dalle prestazioni veterinarie. >>>
  • Denunciato Veterinario SSN: in esclusiva, ma esercitava in studi privati +

    Cuneo: contestata la truffa aggravata ai danni dello Stato. La Gdf gli ha già sequestrato 81mila euro. >>>
  • Estraneo ai fatti: riapre l'ambulatorio veterinario accusato di traffico +

    Dopo essere stato costretto a chiudere il proprio ambulatorio veterinario per un presunto traffico di animali dalla Slovacchia, riapre lo >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Veterinaria sociale? C'è n'è bisogno ma i politici usano gli animali solo per la caccia al voto +

    Esplode fra i politici- anche di schieramento opposto- la moda dell'assistenza veterinaria gratis. Da Roma a Milano è una 'mania'. >>>
  • Lo spreco alimentare e i medici veterinari +

    Anche il consumo di cibo è un aspetto della vita sociale che non ci può lasciare indifferenti. >>>
  • Ippica: non abbiate paura del nuovo +

    Da ormai quasi due anni stiamo lavorando su un progetto di Riforma, conosciuto come Lega Ippica Italiana. >>>
  • Una lista pubblica dei prodotti alimentari ritirati? +

    La pubblicazione dei nominativi delle imprese oggetto di allerta è davvero utile ai consumatori? >>>
  • Gestione e responsabilità del nuovo veterinario +

    Il moderno veterinario non può più essere solo un clinico: le imprese gli chiedono di saper "gestire" la mandria e >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • PUGLIA, PROROGA CONVENZIONE ANAGRAFE E MOVIMENTAZIONE ANIMALI +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 aprile 2014, n. 584
    Proroga della convenzione fra l' Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e >>>
  • PUGLIA, BANCA DATI PER L'OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO VETERINARIO +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 aprile 2014, n. 583
    Proroga della convenzione fra l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della >>>
  • PUGLIA, ALBO DELLE ASSOCIAZIONI PER LA PROTEZIONE ANIMALI +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 aprile 2014, n. 563
    Legge regionale 3 aprile 1995, n.12 art.13- Integrazione DGR n. 154 >>>
  • ABRUZZO, ISCRIZIONE NELL'ELENCO REGIONALE AUDITORS +

    DETERMINAZIONE 02.04.2014, n. DG21/30. Iscrizione nell'Elenco Regionale degli Auditors. >>>
  • SICILIA, PIANO DI SORVEGLIANZA DELL'INFLUENZA AVIARIA 2014 +

    DECRETO 3 marzo 2014.
    Piano regionale di sorveglianza nei confronti dell'influenza aviaria anno 2014
    REGIONE SICILIA 11 Aprile 2014 n. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria