Domenica, Novembre 23, 2014
[
18:33 La vitamina C italiana festeggia con i giovani, cinque premi alle tesi di laurea più meritevoli   -    18:15 Salute: vitamina C alleata da 80 anni, così arrivò in Italia   -    16:16   -    16:15 Ricerca: con un verme in testa per 4 anni, mappato genoma parassita   -    15:19   -    11:56   -    11:05   -    14:53   -    14:52   -    11:05   -    
]
Ministero della Salute
mangimi 5 tnIl Ministero della Salute ha pubblicato il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali. Definiti gli obiettivi rilevanti e prioritari, fra cui l'aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi. Adeguamento alla normativa comunitaria. Controlli omogenei e coordinati dei mangimi in tutte le fasi. Il Piano è riferito agli anni 2012-2013-2014.
Il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali (anno 2012-2013-2014), pubblicato il 5 gennaio dal Ministero della Salute è stato predisposto dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari.

Controlli e responsabilità

Il Piano intende assicurare l'effettuazione, omogenea e coordinata, dei controlli dei mangimi in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione tenendo conto che la responsabilità primaria della sicurezza dei mangimi ricade sugli Operatori del Settore dei Mangimi (OSM).
Infatti gli OSM devono garantire, nelle proprie imprese, che i mangimi soddisfino le disposizioni della legislazione alimentare inerenti le loro attività in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione e verificare che tali disposizioni siano soddisfatte.

Gli obiettivi rilevanti e prioritari per il triennio 2012-2014 consistono in:
- aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi ai sensi del Regolamento (CE) 183/2005;
- controllo ufficiale sull'applicazione delle restrizioni relative al divieto di utilizzo delle proteine animali trasformate (PAT) nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale delle Micotossine nell'alimentazione degli animali (aflatossina B1,ocratossina A, zearalenone, deossinivalenolo, fumonisine, tossine T-2 e HT-2),
- controllo ufficiale dei Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale dell'eventuale presenza di additivi vietati e delle sostanze farmacologicamente attive nell'alimentazione animale;
- controllo ufficiale delle Diossine e PCB nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale della contaminazione da Salmonella spp nell'alimentazione degli animali
- controllo ufficiale sulla presenza di OGM nei mangimi (comparto biologico e convenzionale);
- orientamenti per la programmazione e relativa rendicontazione dei controlli sui mangimi di origine vegetale negli scambi intracomunitari.
Alle Regioni ed alle Province Autonome, è data facoltà di ampliare gli obiettivi del Piano, e conseguentemente l'attività ispettiva e di campionamento, sulla base di eventuali particolari esigenze anche non espressamente previste dalla programmazione nazionale attraverso la pianificazione di un' attività extrapiano. L'attività extrapiano potrà essere programmata per quanto riguarda l'attività di Monitoraggio e di Sorveglianza: tale programmazione deve essere comunicata al Ministero.

Le novità introdotte sono:
- Adeguamento della terminologia al Regolamento (CE) n.882/2004 che prevede un'attività di monitoraggio e una di Sorveglianza,
- Adozione di un'unica modalità di campionamento secondo quanto previsto dal Regolamento (CE) n.152/2009 per entrambi i programmi di controllo ufficiale di Monitoraggio e di Sorveglianza,
- Adeguamento della numerosità campionaria in base all'analisi del rischio effettuata tendo conto anche dei risultati degli anni precedenti,
- Attribuzione dei campioni per gli Additivi nutrizionali (oligoelementi) esclusivamente all'attività di Monitoraggio
- Attribuzione dei campioni per i Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi, esclusivamente all'attività di Monitoraggio,
- Modifica della scheda di rendicontazione delle ispezioni, in relazione alle richieste dell'OIE,
- Modifica del verbale di prelievo che prevede la raccolta di maggiori informazioni sul paese di origine e trattamenti subiti dai mangimi prelevati per la ricerca delle Diossine, utili per la rendicontazione.
È stato modificato anche l'elenco della normativa con l'aggiunta delle nuove disposizioni normative, inoltre, sono stati eliminati i riferimenti a norme comunitarie che modificano altre norme "madri", considerando più opportuno fare riferimento ai testi consolidati presenti sul sito della commissione.

Il PNAA sostituisce e abroga il "Piano Nazionale di Sorveglianza e di
Vigilanza Sanitaria sulla Alimentazione degli Animali 2009-2011.

pdfPNAA 2012 2014.pdf

ATTUALITA'

  • Blue Tongue, chiarimenti sull'invio ai 'macelli designati' +

    Quando si applica l'obbligo di macellazione in mattatoi designati? E quali sono i criteri per la designazione? >>>
  • Costi Bancomat, prima del Governo interviene l'Antitrust +

    Mentre il Governo valuta come ridurre i costi del POS, l'Antitrust impone al Consorzio Bancomat di tagliare le commissioni Bill Payment. >>>
  • ANAC rinvia i controlli, CUP auspica ripensamenti +

    Marina Calderone ringrazia il Presidente Cantone: Ordini territoriali 'in grandissima difficoltà operativa e senza risorse economiche sufficienti'. >>>
  • Porte aperte all'EFSA, sessioni interattive con gli esperti +

    Sabato 22 novembre l'Autorità europea per la sicurezza alimentare aprirà di nuovo le porte al pubblico. >>>
  • Cani morsicatori: cinque segnalazioni al giorno alla Asl +

    Sempre più denunce. Casi in aumento per gestione scorretta ma anche per la maggiore disponibilità di aree verdi libere. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Un nuovo modello organizzativo per la prevenzione? +

    Con l'approvazione del Patto per la salute 2014-2016, viene confermata dall'accordo Stato-Regioni la  tendenza che, da alcuni anni, caratterizza la >>>
  • Nuove DG al Ministero, il commento di ANMVI +

    "Continua a preoccuparci che il riordino possa modificare la storica collocazione della veterinaria e ci preoccupa la spending review". >>>
  • Patto della Salute, complessità delle strutture e qualità dei servizi +

    In Europa la sorveglianza sanitaria finalizzata alla sicurezza alimentare si muove a macchia di leopardo per le diverse sensibilità e >>>
  • Veterinaria sociale? Ce n'è bisogno ma i politici usano gli animali solo per la caccia al voto +

    Esplode fra i politici- anche di schieramento opposto- la moda dell'assistenza veterinaria gratis. Da Roma a Milano è una 'mania'. >>>
  • Lo spreco alimentare e i medici veterinari +

    Anche il consumo di cibo è un aspetto della vita sociale che non ci può lasciare indifferenti. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • VENETO, PIANO DI SORVEGLIANZA DELLE ZOONOSI +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1986 del 28 ottobre 2014
    Piano di Sorveglianza delle zoonosi e di attuazione di una >>>
  • CAMPANIA, ACQUISIZIONE DI RISORSE PER FINANZIARE L'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO +

    Delibera della Giunta Regionale n. 492 del 10/11/2014
    ACQUISIZIONE  DI RISORSE AL BILANCIO 2014, AI SENSI DELL' ART.1, COMMA 16 LETTERA

    >>>
  • LOMBARDIA, REQUISITI IGIENICO SANITARI CIRCA LE CARNI DI SELVAGGINA SELVATICA +

    D.g.r. 7 novembre 2014 - n. X/2612
    Determinazioni in ordine ai requisiti igienico sanitari per l'immissione in commercio ed il consumo di >>>
  • LOMBARDIA, PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA +

    D.g.r. 31 ottobre 2014 - n. X/2567 Determinazioni  in  ordine  al  pagamento delle prestazioni di sanità pubblica veterinaria. >>>
  • PUGLIA, MODIFICHE AL DECRETO SUI CONTROLLI PER LA SICUREZZA ALIMENTARE +

    DETERMINAZIONE DIRIGENTE SERVIZIO ASSISTENZA TERRITORIALE E PREVENZIONE 27 ottobre 2014, n. 331
    Modifiche  ed  integrazioni  allegato A alla D.G.R. 928 del >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria