Giovedì, Marzo 05, 2015
[
14:06 Moda: la nuova mania delle 'top', brodo d'osso per pranzo   -    12:38 Sesso: scienza tranquillizza, misura media per lui è 13 centimetri   -    15:00 Salute: Oms, udito a rischio per 1 mld giovani, cuffiette non più di 1 ora   -    08:54 Salute: burro nel caffè l'ultimo trend per perdere peso  -    01:06 Salute: allarme dermatologo, calvizie in agguato per tinte cinesi low cost   -    15:36 Pediatria: con mamme 'chiocce' boom dermatiti, un aiuto dal girasole   -    10:16 Tumori: tintarella 'di luna', da raggi Uv danni a pelle anche al buio   -    01:39 Salute: Istat, 10,3% italiani obeso, la percentuale più bassa in Ue   -    16:48 Ricerca: fame chimica da marijuana? Colpa interruttore invertito in cervello   -    15:48 Sesso: per chi è in prime nozze rapporti più hot nel tempo rispetto a risposati   -    
]
Ministero della Salute
mangimi 5 tnIl Ministero della Salute ha pubblicato il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali. Definiti gli obiettivi rilevanti e prioritari, fra cui l'aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi. Adeguamento alla normativa comunitaria. Controlli omogenei e coordinati dei mangimi in tutte le fasi. Il Piano è riferito agli anni 2012-2013-2014.
Il Piano nazionale di sorveglianza e di vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali (anno 2012-2013-2014), pubblicato il 5 gennaio dal Ministero della Salute è stato predisposto dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari.

Controlli e responsabilità

Il Piano intende assicurare l'effettuazione, omogenea e coordinata, dei controlli dei mangimi in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione tenendo conto che la responsabilità primaria della sicurezza dei mangimi ricade sugli Operatori del Settore dei Mangimi (OSM).
Infatti gli OSM devono garantire, nelle proprie imprese, che i mangimi soddisfino le disposizioni della legislazione alimentare inerenti le loro attività in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione e verificare che tali disposizioni siano soddisfatte.

Gli obiettivi rilevanti e prioritari per il triennio 2012-2014 consistono in:
- aggiornamento dell'anagrafe delle imprese del settore dei mangimi ai sensi del Regolamento (CE) 183/2005;
- controllo ufficiale sull'applicazione delle restrizioni relative al divieto di utilizzo delle proteine animali trasformate (PAT) nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale delle Micotossine nell'alimentazione degli animali (aflatossina B1,ocratossina A, zearalenone, deossinivalenolo, fumonisine, tossine T-2 e HT-2),
- controllo ufficiale dei Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale dell'eventuale presenza di additivi vietati e delle sostanze farmacologicamente attive nell'alimentazione animale;
- controllo ufficiale delle Diossine e PCB nell'alimentazione degli animali;
- controllo ufficiale della contaminazione da Salmonella spp nell'alimentazione degli animali
- controllo ufficiale sulla presenza di OGM nei mangimi (comparto biologico e convenzionale);
- orientamenti per la programmazione e relativa rendicontazione dei controlli sui mangimi di origine vegetale negli scambi intracomunitari.
Alle Regioni ed alle Province Autonome, è data facoltà di ampliare gli obiettivi del Piano, e conseguentemente l'attività ispettiva e di campionamento, sulla base di eventuali particolari esigenze anche non espressamente previste dalla programmazione nazionale attraverso la pianificazione di un' attività extrapiano. L'attività extrapiano potrà essere programmata per quanto riguarda l'attività di Monitoraggio e di Sorveglianza: tale programmazione deve essere comunicata al Ministero.

Le novità introdotte sono:
- Adeguamento della terminologia al Regolamento (CE) n.882/2004 che prevede un'attività di monitoraggio e una di Sorveglianza,
- Adozione di un'unica modalità di campionamento secondo quanto previsto dal Regolamento (CE) n.152/2009 per entrambi i programmi di controllo ufficiale di Monitoraggio e di Sorveglianza,
- Adeguamento della numerosità campionaria in base all'analisi del rischio effettuata tendo conto anche dei risultati degli anni precedenti,
- Attribuzione dei campioni per gli Additivi nutrizionali (oligoelementi) esclusivamente all'attività di Monitoraggio
- Attribuzione dei campioni per i Contaminanti Inorganici e Composti Azotati, Composti Organoclorurati, e Radionuclidi, esclusivamente all'attività di Monitoraggio,
- Modifica della scheda di rendicontazione delle ispezioni, in relazione alle richieste dell'OIE,
- Modifica del verbale di prelievo che prevede la raccolta di maggiori informazioni sul paese di origine e trattamenti subiti dai mangimi prelevati per la ricerca delle Diossine, utili per la rendicontazione.
È stato modificato anche l'elenco della normativa con l'aggiunta delle nuove disposizioni normative, inoltre, sono stati eliminati i riferimenti a norme comunitarie che modificano altre norme "madri", considerando più opportuno fare riferimento ai testi consolidati presenti sul sito della commissione.

Il PNAA sostituisce e abroga il "Piano Nazionale di Sorveglianza e di
Vigilanza Sanitaria sulla Alimentazione degli Animali 2009-2011.

pdfPNAA 2012 2014.pdf

ATTUALITA'

  • Iniziative per la sospensione dell'applicazione degli studi di settore +

    Con il parere favorevole del Governo sono state discusse e votate sei mozioni per la revisione dal 2016 degli studi >>>
  • Maiale sardo escluso dall'EXPO, politici in rivolta +

    Maialetti sardi vietati all'Expo. L'Unione europea ha dato il via libera alla commercializzazione del prodotto, purché trattato. >>>
  • Focolaio di morva in Germania, Austrialia adotta misure restrittive +

    Modificati i requisiti sanitari per l'esportazione di equini vivi e seme equino verso l'Australia. >>>
  • Coldiretti a Oliverio: dare 'spazio significativo alla sanità veterinaria' +

    Lettera di Coldiretti al Governatore della Calabria: prendere "di petto" la situazione riguardante la sanità veterinaria e le epizozie che >>>
  • Nuovo piano vaccinale per la malattia di Newcastle +

    Il Ministero della Salute ha diffuso il nuovo piano vaccinale per la malattia di Newcastle. Sostituirà il precedente schema vaccinale. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • Un nuovo modello organizzativo per la prevenzione? +

    Con l'approvazione del Patto per la salute 2014-2016, viene confermata dall'accordo Stato-Regioni la  tendenza che, da alcuni anni, caratterizza la >>>
  • Patto della Salute, complessità delle strutture e qualità dei servizi +

    In Europa la sorveglianza sanitaria finalizzata alla sicurezza alimentare si muove a macchia di leopardo per le diverse sensibilità e >>>
  • Nuove DG al Ministero, il commento di ANMVI +

    "Continua a preoccuparci che il riordino possa modificare la storica collocazione della veterinaria e ci preoccupa la spending review". >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • SARDEGNA, GRADUATORIE SPECIALISTI VALEVOLE PER IL 2015 +

    Estratto Determinazione n. 106 del 20 febbraio 2015
    Accordo Collettivo Nazionale Medici Specialisti Ambulatoriali graduatoria definitiva degli Specialisti Ambulatoriali interni, Medici >>>
  • SARDEGNA, SPECIALISTI AMBULATORIALI INTERNI: ACCORDI E GRADUATORIE +

    Estratto Determinazione n. 91 del 16 febbraio 2015
    Accordo Collettivo Nazionale Medici Specialisti Ambulatoriali interni - Graduatorie definitive degli Specialisti Ambulatoriali >>>
  • PIEMONTE, IMPEGNO A FAVORE DELL'OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO +

    D.D. 24 novembre 2014, n. 989
    Impegno e liquidazione della somma di Euro 50.000,00 sul cap. 171966/14 (Ass.100447) a favore dell'Osservatorio >>>
  • LAZIO, PIANO PER IL CONTROLLO DEGLI ADDITIVI NEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE +

    Determinazione 19 febbraio 2015, n. G01576
    Piano regionale di campionamento per il controllo degli additivi negli alimenti di origine animale destinati >>>
  • UMBRIA, NORME SANITARIE RELATIVE AI SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE +

    DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 9 febbraio 2015, n. 493.
    D.G.R. 1544 del 23 dicembre 2013  -  Recepimento Linee guida per l'applicazione del Regolamento (CE)  >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria