Venerdì, Maggio 22, 2015
[
09:48 Ricerca: scoperto lato oscuro ormone dell'amore, effetti simili all'alcol   -    12:23 Salute: sport in ricetta, in Francia presto prescrizione per malati cronici   -    19:19 Sesso: la rivincita dei maschi, rivalità migliora geni della popolazione   -    12:42 Fitness: corsa-mania? Sei regole per non rischiare la schiena   -    18:29 Expo: orto omeopatico per 'nutrire e curare il pianeta' a impatto zero   -    13:54 Alimenti: meno rischi salute se carne è di pollo, ma rossa vince in consumi   -    15:09 Alcol: in Italia 17% intossicati in pronto soccorso ha meno di 14 anni   -    19:10 Salute: GB, lettere a guru medicina del '700 svelano diete e rimedi d'epoca   -    18:38 Salute: diabete, 1 bicchiere di vino rosso la sera protegge il cuore   -    02:06 Salute: 'inferno' rinite allergica per 1 liceale su 5, mix pollini e graminacee   -    
]
logo anmvi international 1 tn
E' on line il documento finale del Workshop "Dinamiche emergenti: i servizi veterinari di fronte alle emergenze non epidemiche", organizzato da ANMVi International e Aivemp. Il gruppo di lavoro, preso atto della sensibilità che il settore della Medicina Veterinaria ha espresso verso le problematiche scaturite dalle recenti emergenze non epidemiche, suggerisce alcuni elementi di riflessione.

E' on line il documento finale del Workshop "Dinamiche emergenti: i servizi veterinari di fronte alle emergenze non epidemiche", organizzato da ANMVi International e Aivemp. Il gruppo di lavoro, preso atto della sensibilità che il settore della Medicina Veterinaria ha espresso in questa occasione verso l'ampio spettro di problematiche scaturite dalle recenti emergenze non epidemiche, suggerisce alcuni elementi di riflessione:

  • ISTITUZIONI: Considerata l'importanza del tema e perso atto delle numerose iniziative di discussione scaturite in questi ultimi anni, ritiene basilare sistematizzare ruoli e compiti proponendo che questo tema trovi i suoi luoghi elettivi nel Ministero della Salute, per quanto riguarda gli aspetti di carattere organizzativo - istituzionale, nell'Istituto Superiore di Sanità e nella rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, per quanto riguarda l'applicazione delle strategia alle multiformi realtà territoriale ed infine agli Organismi di Studio ed alle Associazioni Culturali più rappresentative della Professione il dibattito multidisciplinare e la proposizione tematica.
  • RICERCA, SUO RUOLO ED OBIETTIVI: La complessità di questa materia richiede approccio multidisciplinare e visione ampia entro un contesto territoriale e dei pericoli in esso presenti. Allaricerca si chiede di continuare a svolgere l'incessante ruolo di raccolta ed analisi di elementi e daticollegati a queste emergenze, di individuare e studiare le possibili correlazioni, finalizzate ad obiettivi di Tutela della Salute, animale ed umana, e di collegarli alla Sicurezza Alimentare dei cittadini. Si chiede inoltre di scandagliare nuove tecnologie o migliorare quelle esistenti trasferendole al territorio per sviluppare sistemi di allerta precoce e, in generale per una più efficace prevenzione e gestione di eventuali rischi emergenti.
  • COMUNICAZIONE E GESTIONE: Considerato l'impatto socio economico e mediatico di questi eventi (in particolare le allerte alimentari) e le necessità di risposte tempestive, è basilare prevedere risorse umane e strumentali adeguate e dedicate, posizionate ai vari livelli di intervento operativo, al fine di mantenere coerenza tra valutazione del rischio e comportamenti o attività conseguenti. Si sottolinea come la comunicazione non possa limitarsi a evitare allarmismi ma debba trasmettere ai responsabili decisionali, alle strutture del Sistema Sanitario Nazionale, alle parti sociali interessate ed al pubblico informazioni idonee ad intraprendere azioni e comportamenti consapevoli ed adeguati.
  • MERCATO GLOBALE: L'attuale contesto socio-economico consiglia di mantenere un elevato livello di controllo sulle movimentazioni di uomini, derrate e cose, al fine di stroncare sul nascere azioni di disturbo, adulterazione, frodi o concussione.
  •  DATI, RISCHI EMERGENTI E PIANI DI MONITORAGGIO: È sempre più impellente una predisposizione,raccolta, utilizzo e stoccaggio dei dati, armonizzata a qualsiasi livello, aggiornata rispetto alle matrici sensibili e disponibile a chi ne ha diritto, al fine di individuare col più ampio margine di anticipo tutti i segnali che possano rendere il rischio prevedibile o annullabile. Le informazioni vanno raccolte, contribuiscono ad aumentare la base di esperienza, via via arricchita e vanno messe a disposizione di tutti gli operatori. Raccogliere dati senza una verifica della loro qualità o seza un'utilizzazione armonica e standardizzata è uno spreco di risorse a detrimento di quelle investite in sanità pubblica.
  • FORMAZIONE: Si auspica che l'Accademia e le Scuole di Formazione preparino gli esperti con un mirato orientamento didattico che fornisca le conoscenze utili ad affrontare in maniera specifica i problemi legati a queste emergenze, prevedendo anche discipline nuove che includano questa materia in rapporto anche al tema della Sicurezza Alimentare.
  • L'organizzazione scientifica dell'evento è stata curata da ANMVI International in collaborazione con AIVEMP, Istituto Superiore di Sanità e Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza.

     

    pdfDOCUMENTO CONCLUSIVO.pdf

    ATTUALITA'

    • SSN, De Filippo: più centralità, autonomia 'dannosa' +

      «C'è stata un'esaltazione dell'autonomia territoriale che ha prodotto in molte regioni risultati negativi". >>>
    • Censimento del peso dei cuccioli alla nascita, questionario on line +

      Un "Censimento del peso dei cuccioli alla nascita"è proposto dall'Università degli studi di Milano, Dipartimento di Scienze veterinarie e sanità >>>
    • Divieto di conchectomia, avviso per il Dog World Show +

      Avviso agli espositori di razze canine sui divieti di conchectomia. Ecco l'elenco dei Paesi in cui è vietato. Avvertenza per >>>
    • Stipendi d'oro nei canili. Quanti soldi pubblici per i randagi? +

      RAI 1 si è occupata di gestione dei canili pubblici e di spesa per mantenimento e servizi.  Il conduttore Giletti: >>>
    • OGM: non si peggiori la situazione agricola nazionale +

      Arrivano tempestive le conclusioni di un convegno organizzato dall'ISS sugli OGM. Le posizioni 'conservatrici' non prescindano dalla ricerca e dal confronto. >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5

    EDITORIALE

    • Facciamo noi le domande al posto di Report +

      Dagli schermi di RAI3 è stato rilanciato l'allarme sul rischio per i consumatori collegato all'impiego di anabolizzanti per "gonfiare" gli animali. >>>
    • ONE-HEALTH, una concezione completa ed efficace della moderna veterinaria. +

      Da una decina d'anni si è imposta nelle discipline mediche, specie quelle che hanno a che fare con la sanità >>>
    • La Medicina narrativa +

      I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
    • Non è un Paese per professionisti +

      Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
    • La complicazione ci piace di più +

      Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5

    REGIONI

    • CALABRIA, ISTITUZIONE DI UNA RETE DI CANILI SANITARI REGIONALE +

      DCA n. 32 del 11 Maggio 2015
      DPGR-CA n. 51 del 19/05/2014 (modificativo del DPGR-CA n.197/2012) - Razionalizzazione degli interventi in >>>
    • CAMPANIA, CORSI DI FORMAZIONE PER GUARDIE ZOOFILE +

      Delibera della Giunta Regionale n. 253 del 08/05/2015
      ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO CON VALENZA REGIONALE PER LE >>>
    • SARDEGNA, PIANO DI CONTROLLO DELLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI E LEUCOSI 2015 +

      Determinazione n. 342 del 29 aprile 2015 Applicazione del Piano regionale di controllo e di sorveglianza della Tubercolosi, Brucellosi e Leucosi >>>
    • PUGLIA,IDONEI ALLA CARICA DI DIRETTORE GENERALE DELL'IZS DI PUGLIA E BASILICATA +

      DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 aprile 2015, n. 744
      Art. 12, co. 2 della Legge Regionale della Puglia n. 31/2014 >>>
    • SICILIA, GRADUATORIE RELATIVE ALLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA 2015 +

      DECRETO 13 aprile 2015.
      Graduatorie provinciali dei medici specialisti e dei medici veterinari aspiranti al conferimento di incarichi ambulatoriali dell'Azienda sanitaria provinciale >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Prof.veterinaria