Venerdì, Settembre 04, 2015
[
02:10 Figli più felici con genitori poco apprensivi secondo uno studio iniziato nel 1946   -    16:47 Obesità ko con la zumba e l'addio al junk food: è l'iniziativa degli ospedali inglesi   -    12:50 Salute: scuola vicina per 8 mln alunni, rischi 'guerra' genitori-insegnanti   -    17:59 Salute: lui la vuole magra come Angelina e Gisele, studio svela perché   -    13:07 Psicologia: studio, giovani 'dark' più a rischio depressione   -    12:55 Sesso: sondaggio, donne 'flexi-sexual', meno inclini a dirsi 100% etero o gay   -    13:20 Salute: ansia e stress da fine ferie, per 6 italiani su 10 voglia di coccole   -    02:51 Sesso: per 1 su 4 il primo appuntamento si gioca a tavola, insalata vietata   -    12:16 Estate: sonno addio, in agguato effetto jet lag da fine ferie   -    11:06 Estate: mandorle, uova e cioccolato fra i 9 alleati contro sindrome da rientro   -    
]
logo anmvi international 1 tn
E' on line il documento finale del Workshop "Dinamiche emergenti: i servizi veterinari di fronte alle emergenze non epidemiche", organizzato da ANMVi International e Aivemp. Il gruppo di lavoro, preso atto della sensibilità che il settore della Medicina Veterinaria ha espresso verso le problematiche scaturite dalle recenti emergenze non epidemiche, suggerisce alcuni elementi di riflessione.

E' on line il documento finale del Workshop "Dinamiche emergenti: i servizi veterinari di fronte alle emergenze non epidemiche", organizzato da ANMVi International e Aivemp. Il gruppo di lavoro, preso atto della sensibilità che il settore della Medicina Veterinaria ha espresso in questa occasione verso l'ampio spettro di problematiche scaturite dalle recenti emergenze non epidemiche, suggerisce alcuni elementi di riflessione:

  • ISTITUZIONI: Considerata l'importanza del tema e perso atto delle numerose iniziative di discussione scaturite in questi ultimi anni, ritiene basilare sistematizzare ruoli e compiti proponendo che questo tema trovi i suoi luoghi elettivi nel Ministero della Salute, per quanto riguarda gli aspetti di carattere organizzativo - istituzionale, nell'Istituto Superiore di Sanità e nella rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, per quanto riguarda l'applicazione delle strategia alle multiformi realtà territoriale ed infine agli Organismi di Studio ed alle Associazioni Culturali più rappresentative della Professione il dibattito multidisciplinare e la proposizione tematica.
  • RICERCA, SUO RUOLO ED OBIETTIVI: La complessità di questa materia richiede approccio multidisciplinare e visione ampia entro un contesto territoriale e dei pericoli in esso presenti. Allaricerca si chiede di continuare a svolgere l'incessante ruolo di raccolta ed analisi di elementi e daticollegati a queste emergenze, di individuare e studiare le possibili correlazioni, finalizzate ad obiettivi di Tutela della Salute, animale ed umana, e di collegarli alla Sicurezza Alimentare dei cittadini. Si chiede inoltre di scandagliare nuove tecnologie o migliorare quelle esistenti trasferendole al territorio per sviluppare sistemi di allerta precoce e, in generale per una più efficace prevenzione e gestione di eventuali rischi emergenti.
  • COMUNICAZIONE E GESTIONE: Considerato l'impatto socio economico e mediatico di questi eventi (in particolare le allerte alimentari) e le necessità di risposte tempestive, è basilare prevedere risorse umane e strumentali adeguate e dedicate, posizionate ai vari livelli di intervento operativo, al fine di mantenere coerenza tra valutazione del rischio e comportamenti o attività conseguenti. Si sottolinea come la comunicazione non possa limitarsi a evitare allarmismi ma debba trasmettere ai responsabili decisionali, alle strutture del Sistema Sanitario Nazionale, alle parti sociali interessate ed al pubblico informazioni idonee ad intraprendere azioni e comportamenti consapevoli ed adeguati.
  • MERCATO GLOBALE: L'attuale contesto socio-economico consiglia di mantenere un elevato livello di controllo sulle movimentazioni di uomini, derrate e cose, al fine di stroncare sul nascere azioni di disturbo, adulterazione, frodi o concussione.
  •  DATI, RISCHI EMERGENTI E PIANI DI MONITORAGGIO: È sempre più impellente una predisposizione,raccolta, utilizzo e stoccaggio dei dati, armonizzata a qualsiasi livello, aggiornata rispetto alle matrici sensibili e disponibile a chi ne ha diritto, al fine di individuare col più ampio margine di anticipo tutti i segnali che possano rendere il rischio prevedibile o annullabile. Le informazioni vanno raccolte, contribuiscono ad aumentare la base di esperienza, via via arricchita e vanno messe a disposizione di tutti gli operatori. Raccogliere dati senza una verifica della loro qualità o seza un'utilizzazione armonica e standardizzata è uno spreco di risorse a detrimento di quelle investite in sanità pubblica.
  • FORMAZIONE: Si auspica che l'Accademia e le Scuole di Formazione preparino gli esperti con un mirato orientamento didattico che fornisca le conoscenze utili ad affrontare in maniera specifica i problemi legati a queste emergenze, prevedendo anche discipline nuove che includano questa materia in rapporto anche al tema della Sicurezza Alimentare.
  • L'organizzazione scientifica dell'evento è stata curata da ANMVI International in collaborazione con AIVEMP, Istituto Superiore di Sanità e Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza.

     

    pdfDOCUMENTO CONCLUSIVO.pdf

    ATTUALITA'

    • Nas: attribuzioni e aggiornamento dei Carabinieri per la Salute +

      Sanita' pubblica e polizia veterinaria, farmaci, benessere animale e sicurezza alimentare: in vigore il DM che elenca le funzioni e >>>
    • Latte e carni, da Martina sei proposte alla Commissione UE +

      In vista del vertice di Madrid del 7 settembre, il Ministro delle Politiche Agricole rende note le proposte che farà >>>
    • ADR, prestazioni sanitarie fuori dalla conciliazione stragiudiziale +

      Entra in vigore oggi il decreto sulla alternative dispute resolution per facilitare la conciliazione extragiudiziale fra consumatori, professionisti e imprese. >>>
    • Influenza: vaccinazione consigliata ai medici veterinari +

      Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2015-2016 anche a chi lavora a contatto con animali potenzialmente fonti di infezione. >>>
    • Fateful instinct: non sempre i gatti cadono in piedi +

      Il caldo estivo ci porta a tenere le finestre aperte. L’istinto di caccia dei gatti domestici li attira verso l’esterno >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5

    EDITORIALE

    • Facciamo noi le domande al posto di Report +

      Dagli schermi di RAI3 è stato rilanciato l'allarme sul rischio per i consumatori collegato all'impiego di anabolizzanti per "gonfiare" gli animali. >>>
    • ONE-HEALTH, una concezione completa ed efficace della moderna veterinaria. +

      Da una decina d'anni si è imposta nelle discipline mediche, specie quelle che hanno a che fare con la sanità >>>
    • La Medicina narrativa +

      I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
    • Non è un Paese per professionisti +

      Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
    • La complicazione ci piace di più +

      Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5

    REGIONI

    • TRENTINO, MODIFICA AL CCPL 2002-2005 DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA +

      Deliberazione Giunta provinciale n. 1123 del 6 luglio 2015
      Accordo di modifica del CCPL 2002-2005 di data 25 settembre 2006 >>>
    • TRENTINO, RIORDINO DELL'IZS DELLE VENEZIE +

      LEGGE PROVINCIALE del 19 maggio 2015, n.5 Riordino dell'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie e istituzione di una rete di sorveglianza epidemiologica veterinaria. >>>
    • CAMPANIA, INDENNIZZI PER ANIMALI POSITIVI ALLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI, LEUCOSI +

      Decreto Dirigenziale n. 251 del 05/08/2015
      LINEE GUIDA REGIONALI PER L'EROGAZIONE DEGLI INDENNIZZI STATALI PER GLI ANIMALI POSITIVI ALLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI >>>
    • CAMPANIA, ACCREDITAMENTO PER L'ACCESSO ALL'ANAGRAFE CANINA ON LINE +

      Decreto Dirigenziale n. 244 del 03/08/2015 Accreditamento Veterinari Liberi Professionisti, per l'accesso in BDU anagrafe canina on-line Regione Campania. >>>
    • UMBRIA, NOMINA DIRETTORE GENERALE IZS UMBRIA E MARCHE +

      DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 luglio 2015, n. 103. Nomina Direttore generale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche. >>>
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Prof.veterinaria
    Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.