Sabato, Aprile 18, 2015
[
12:40 Bellezza: guerra alla cellulite, 2 donne su 3 in ritardo nei trattamenti   -    20:05 Salute: italiani tecnostressati, per loro insonnia e mal di stomaco   -    16:07 Ricerca: in arrivo robot chef che può preparare 2 mila piatti   -    15:18 Salute: abbronzati senza rischi, al via nelle scuole del Lazio 'Sole Sicuro'   -    12:53 Sesso: la teoria, piacere femminile legato all'idratazione   -    12:15 Salute: dai cibi al sonno, 11 regole per sopravvivere a cambio di stagione   -    12:16 Bellezza: seno nuovo e liposuzione ritocchi 'hot' del tagliando di primavera   -    02:02 Bellezza: incubo cellulite per una donna su 2, a primavera boom prodotti   -    18:27 Animali: studio, proprietari raccolgono deiezioni cani più spesso il pomeriggio   -    18:27 Bellezza: Sharon Stone prima celebrità testimonial azienda filler   -    
]
CIFRE UFFICIALI
randagiperstradaIl settimanale Gente in edicola questa settimana pubblica gli ultimi dati ufficiali sulle stime del randagismo in Italia. Interviste a Marco Melosi e Rosalba Matassa. Nel 2011 lo Stato ha stanziato 327 mila euro.
"Manca un controllo effettivo- spiega al settimanale la dirigente ministeriale che dal 2009 guida una task force per la tutela degli animali d'affezione. "La Legge 281 del 1991 stabilisce che sono le autorità locali, comuni e sindaci, vigili urbani, i responsabili della gestione del randagismo sul territorio: la normativa però viene troppo spesso disattesa".

Per Marco Melosi, Presidente ANMVI, il fenomeno si può abbattere con un piano di intervento di sterilizzazione che da liberi procreano senza controllo e perpetuano il randagismo. "Nella maggior parte dei casi si tratta di cattiva gestione di cani di proprietà- dichiara Melosi conterraneo del camionista vittima delle aggressioni mortali di un branco di cani, episodio seguito a distanza di pochi giorni dall'uccisione di un pensionato assalito da randagi nel milanese. Nel centro Sud c'è spesso l'abitudine di dare da mangiare ad animali di proprietà che vengono lasciati liberi di vagare sul territorio- osserva Rosalba Matassa- a dimostrazione che gli attacchi non sono scatenati dalla fame, ma hanno altre origini.

Pochi fondi? "Nel 2010 erano circa 3milioni di euro, nel 2011 sono stati 327mila e così alle regioni abbiamo versato in media- dichiara Rosalba Matassa- in media 10mila euro, una somma ridicola". Puglia, Campania, Sicilia, Calabria e Lazio sono le regioni dove il fenomeno è meno sottocontrollo, ma i dati non sono aggiornati.

In nessuna Regione esistono stime contabili che mettano in relazione i fondi ricevuti con l'andamento della popolazione canina. Non è un caso che siano state presentate interrogazioni parlamentari per chiedere certezza nei dati. Anche sui cani di proprietà, che non risultano regolarmente registrati nelle anagrafi.

pdfARTICOLO SU GENTE.PDF1.07 MB

DATI REGIONALI SUL RANDAGISMO

I FONDI STANZIATI DAL 2005 AL 2008


ATTUALITA'

  • Malattie infettive e diffusive dei volatili da cortile: proroga in GU +

    E' pubblicata in Gazzetta Ufficiale la proroga, con modifiche, dell''ordinanza 26 agosto 2005 concernente «Misure di polizia veterinaria in materia >>>
  • Dopo la ricerca, affido 'animalista' per i macachi di Modena +

    Sancito un accordo tra l'Università di Modena e Reggio Emilia e il Comune di Modena sui 16 macachi ospitati presso >>>
  • Inchiesta a Palermo, i veterinari respingono le accuse +

    Respingono le accuse della Procura di Palermo i veterinari indagati nell'inchiesta che ha portato al sequestro di titoli, conti correnti >>>
  • Un terzo dei cavalli non in attività per problemi psico-comportamentali +

    Paolo Baragli, co-autore di un studio sull'intelligenza dei cavalli, commenta il lavoro appena pubblicato su 'Applied Animal Behaviour Science'. >>>
  • Antimafia all'Asp, indagati: risponderemo colpo su colpo +

    Oggi, alle 10, nei locali dell'Asp 6 in via Onorato 6, i veterinari dell'azienda sanitaria indagati dalla Digos della Questura >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • La Medicina narrativa +

    I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • Un nuovo modello organizzativo per la prevenzione? +

    Con l'approvazione del Patto per la salute 2014-2016, viene confermata dall'accordo Stato-Regioni la  tendenza che, da alcuni anni, caratterizza la >>>
  • Patto della Salute, complessità delle strutture e qualità dei servizi +

    In Europa la sorveglianza sanitaria finalizzata alla sicurezza alimentare si muove a macchia di leopardo per le diverse sensibilità e >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • UMBRIA, PIANO DI SORVEGLIANZA NAZIONALE PER L'INFLUENZA AVIARIA +

    DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 25 marzo 2015, n. 1699. Piano Regionale  Integrato (P.R.I.) 2015 - 2018: Piano di sorveglianza nazionale per l'Influenza Aviaria - Regione >>>
  • FRIULI, COSTI DEL SERVIZIO PER I CONTROLLI SANITARI UFFICIALI +

    Direzione centrale salute, Area promozione salute e prevenzione Servizio sanità pubblica veterinaria Pubblicazione ai sensi dell'art.8 del DLgs. 2008, n. 194/2008. >>>
  • CALABRIA, CONFERIMENTO DI INCARICHI DI DIREZIONE DI STRUTTURA COMPLESSA +

    Deliberazione n. 56 della seduta del 20/03/2015.
    CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI DI DIREZIONE DI STRUTTURA COMPLESSA PER LA DIRIGENZA MEDICA, VETERINARIA E >>>
  • EMILIA, MODALITA' DI RIFINANZIAMENTO DEI CONTROLLI SANITARI UFFICIALI +

    COMUNICATO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VETERINARIO E IGIENE DEGLI ALIMENTI
    Pubblicazione dei dati relativi alle somme effettivamente percepite ai sensi del >>>
  • CAMPANIA, DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON LE PROFESSIONALITA' SANITARIE AMBULATORIALI +

    DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.  236 del 17/03/2015
    Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici  Specialisti  ambulatoriali  >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria