Venerdì, Settembre 04, 2015
[
02:10 Figli più felici con genitori poco apprensivi secondo uno studio iniziato nel 1946   -    16:47 Obesità ko con la zumba e l'addio al junk food: è l'iniziativa degli ospedali inglesi   -    12:50 Salute: scuola vicina per 8 mln alunni, rischi 'guerra' genitori-insegnanti   -    17:59 Salute: lui la vuole magra come Angelina e Gisele, studio svela perché   -    13:07 Psicologia: studio, giovani 'dark' più a rischio depressione   -    12:55 Sesso: sondaggio, donne 'flexi-sexual', meno inclini a dirsi 100% etero o gay   -    13:20 Salute: ansia e stress da fine ferie, per 6 italiani su 10 voglia di coccole   -    02:51 Sesso: per 1 su 4 il primo appuntamento si gioca a tavola, insalata vietata   -    12:16 Estate: sonno addio, in agguato effetto jet lag da fine ferie   -    11:06 Estate: mandorle, uova e cioccolato fra i 9 alleati contro sindrome da rientro   -    
]
SPERIMENTAZIONE ANIMALE
ricercatoreGli scienziati dell'Accademia dei Lincei, "assieme con tutta la comunità scientifica nazionale", temono che la Direttiva sulla sperimentazione animale possa subire cambiamenti "non dettati da criteri culturali e scientifici, ma da preoccupazioni politiche o populiste". I timori al centro di un documento inviato ai presidenti di Senato e Camera, al presidente del Consiglio, ai ministri della Sanità e  dell'Università.
Il documento chiede l'approvazione senza modifiche della Direttiva europea 63/2010.

"Questa Direttiva - sottolinea una mozione approvata in Accademia - e' stata studiata a lungo e discussa in molte sedi istituzionali internazionali, compresa l'Italia. Il suo testo finale prevede una sperimentazione pienamente compatibile con il rispetto per gli animali. La direttiva europea deve quindi essere recepita dall'Italia senza appesantimenti e restrizioni come gia' avvenuto in altri Paesi della Comunita'".
"Modifiche relative alla proibizione di specifiche ricerche, all'insufficiente definizione del dolore, alla limitazione degli allevamenti, che sono state inserite nel testo approvato dal Senato - aggiungono gli accademici - indurrebbero infatti gravi danni alla ricerca, limiterebbero molto la liberta' di ricerca, interferirebbero con il progresso della medicina nel nostro Paese e limiterebbero lo sviluppo della nostra industria biotecnologica e farmacologica, gia' molto meno sviluppata rispetto agli altri Paesi europei".

"Lo sviluppo delle conoscenze a livello cellulare modellistico, anche se ha condotto a risultati significativi, non potra' mai eliminare l'impiego della sperimentazione sugli animali", si legge nella mozione degli scienziati dell'Accademia dei Lincei esperti nelle scienze biologiche e biomediche. "Infatti, tutti i risultati ottenuti in vitro devono necessariamente essere verificati ed ampliati a livello animale prima di poter essere continuati a livello di ricerca sull'uomo. L'uso degli animali e' indispensabile anche per gli studi di tossicologia finalizzati a prevenire il rischio di intossicazioni causate da farmaci insufficientemente caratterizzati prima dell'introduzione in terapia".

"Queste conclusioni non sono sostenute soltanto dall'industria farmaceutica, come spesso si pretende da parte degli animalisti. Esse sono il risultato di centinaia di migliaia di studi pubblicati a livello internazionale sulle piu' quotate riviste scientifiche, sostenuti da finanziamenti pubblici e di fondazioni non profit, sia inAmerica che in tutti i paesi europei".

"In tutti i casi, comunque, la sperimentazione animale viene condotta gia' da molti anni nel rispetto di rigide regole che escludono ogni tipo di tortura: ogni programma di ricerca deve essere approvato da un comitato altamente qualificato a livello non solo scientifico ma anche morale; tutto il lavoro con animali avviene sotto il controllo di un veterinario incaricato dal Ministero della Sanita'; gli stabulari vengono controllati sistematicamente da ispettori dell'Azienda sanitaria locale. Inoltre i ricercatori hanno costituito una Societa' internazionale, la International Basel Declaration Society, che fornisce informazioni e interviene in caso di segnalazioni di scorrettezze.

E' quindi praticamente impossibile che gli eventi denunciati dagli animalisti possano essere realmente avvenuti nel nostro Paese". (Adnkronos)

Il testo di legge all'esame della Camera dei Deputati

ATTUALITA'

  • Nas: attribuzioni e aggiornamento dei Carabinieri per la Salute +

    Sanita' pubblica e polizia veterinaria, farmaci, benessere animale e sicurezza alimentare: in vigore il DM che elenca le funzioni e >>>
  • Latte e carni, da Martina sei proposte alla Commissione UE +

    In vista del vertice di Madrid del 7 settembre, il Ministro delle Politiche Agricole rende note le proposte che farà >>>
  • ADR, prestazioni sanitarie fuori dalla conciliazione stragiudiziale +

    Entra in vigore oggi il decreto sulla alternative dispute resolution per facilitare la conciliazione extragiudiziale fra consumatori, professionisti e imprese. >>>
  • Influenza: vaccinazione consigliata ai medici veterinari +

    Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2015-2016 anche a chi lavora a contatto con animali potenzialmente fonti di infezione. >>>
  • Fateful instinct: non sempre i gatti cadono in piedi +

    Il caldo estivo ci porta a tenere le finestre aperte. L’istinto di caccia dei gatti domestici li attira verso l’esterno >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Facciamo noi le domande al posto di Report +

    Dagli schermi di RAI3 è stato rilanciato l'allarme sul rischio per i consumatori collegato all'impiego di anabolizzanti per "gonfiare" gli animali. >>>
  • ONE-HEALTH, una concezione completa ed efficace della moderna veterinaria. +

    Da una decina d'anni si è imposta nelle discipline mediche, specie quelle che hanno a che fare con la sanità >>>
  • La Medicina narrativa +

    I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • TRENTINO, MODIFICA AL CCPL 2002-2005 DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA +

    Deliberazione Giunta provinciale n. 1123 del 6 luglio 2015
    Accordo di modifica del CCPL 2002-2005 di data 25 settembre 2006 >>>
  • TRENTINO, RIORDINO DELL'IZS DELLE VENEZIE +

    LEGGE PROVINCIALE del 19 maggio 2015, n.5 Riordino dell'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie e istituzione di una rete di sorveglianza epidemiologica veterinaria. >>>
  • CAMPANIA, INDENNIZZI PER ANIMALI POSITIVI ALLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI, LEUCOSI +

    Decreto Dirigenziale n. 251 del 05/08/2015
    LINEE GUIDA REGIONALI PER L'EROGAZIONE DEGLI INDENNIZZI STATALI PER GLI ANIMALI POSITIVI ALLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI >>>
  • CAMPANIA, ACCREDITAMENTO PER L'ACCESSO ALL'ANAGRAFE CANINA ON LINE +

    Decreto Dirigenziale n. 244 del 03/08/2015 Accreditamento Veterinari Liberi Professionisti, per l'accesso in BDU anagrafe canina on-line Regione Campania. >>>
  • UMBRIA, NOMINA DIRETTORE GENERALE IZS UMBRIA E MARCHE +

    DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 luglio 2015, n. 103. Nomina Direttore generale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria
Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.