Martedì, Maggio 26, 2015
[
18:03 Salute: liquirizia alleata contro la carie   -    09:48 Ricerca: scoperto lato oscuro ormone dell'amore, effetti simili all'alcol   -    12:23 Salute: sport in ricetta, in Francia presto prescrizione per malati cronici   -    19:19 Sesso: la rivincita dei maschi, rivalità migliora geni della popolazione   -    12:42 Fitness: corsa-mania? Sei regole per non rischiare la schiena   -    18:29 Expo: orto omeopatico per 'nutrire e curare il pianeta' a impatto zero   -    13:54 Alimenti: meno rischi salute se carne è di pollo, ma rossa vince in consumi   -    15:09 Alcol: in Italia 17% intossicati in pronto soccorso ha meno di 14 anni   -    19:10 Salute: GB, lettere a guru medicina del '700 svelano diete e rimedi d'epoca   -    18:38 Salute: diabete, 1 bicchiere di vino rosso la sera protegge il cuore   -    
]
SPERIMENTAZIONE ANIMALE
ricercatoreGli scienziati dell'Accademia dei Lincei, "assieme con tutta la comunità scientifica nazionale", temono che la Direttiva sulla sperimentazione animale possa subire cambiamenti "non dettati da criteri culturali e scientifici, ma da preoccupazioni politiche o populiste". I timori al centro di un documento inviato ai presidenti di Senato e Camera, al presidente del Consiglio, ai ministri della Sanità e  dell'Università.
Il documento chiede l'approvazione senza modifiche della Direttiva europea 63/2010.

"Questa Direttiva - sottolinea una mozione approvata in Accademia - e' stata studiata a lungo e discussa in molte sedi istituzionali internazionali, compresa l'Italia. Il suo testo finale prevede una sperimentazione pienamente compatibile con il rispetto per gli animali. La direttiva europea deve quindi essere recepita dall'Italia senza appesantimenti e restrizioni come gia' avvenuto in altri Paesi della Comunita'".
"Modifiche relative alla proibizione di specifiche ricerche, all'insufficiente definizione del dolore, alla limitazione degli allevamenti, che sono state inserite nel testo approvato dal Senato - aggiungono gli accademici - indurrebbero infatti gravi danni alla ricerca, limiterebbero molto la liberta' di ricerca, interferirebbero con il progresso della medicina nel nostro Paese e limiterebbero lo sviluppo della nostra industria biotecnologica e farmacologica, gia' molto meno sviluppata rispetto agli altri Paesi europei".

"Lo sviluppo delle conoscenze a livello cellulare modellistico, anche se ha condotto a risultati significativi, non potra' mai eliminare l'impiego della sperimentazione sugli animali", si legge nella mozione degli scienziati dell'Accademia dei Lincei esperti nelle scienze biologiche e biomediche. "Infatti, tutti i risultati ottenuti in vitro devono necessariamente essere verificati ed ampliati a livello animale prima di poter essere continuati a livello di ricerca sull'uomo. L'uso degli animali e' indispensabile anche per gli studi di tossicologia finalizzati a prevenire il rischio di intossicazioni causate da farmaci insufficientemente caratterizzati prima dell'introduzione in terapia".

"Queste conclusioni non sono sostenute soltanto dall'industria farmaceutica, come spesso si pretende da parte degli animalisti. Esse sono il risultato di centinaia di migliaia di studi pubblicati a livello internazionale sulle piu' quotate riviste scientifiche, sostenuti da finanziamenti pubblici e di fondazioni non profit, sia inAmerica che in tutti i paesi europei".

"In tutti i casi, comunque, la sperimentazione animale viene condotta gia' da molti anni nel rispetto di rigide regole che escludono ogni tipo di tortura: ogni programma di ricerca deve essere approvato da un comitato altamente qualificato a livello non solo scientifico ma anche morale; tutto il lavoro con animali avviene sotto il controllo di un veterinario incaricato dal Ministero della Sanita'; gli stabulari vengono controllati sistematicamente da ispettori dell'Azienda sanitaria locale. Inoltre i ricercatori hanno costituito una Societa' internazionale, la International Basel Declaration Society, che fornisce informazioni e interviene in caso di segnalazioni di scorrettezze.

E' quindi praticamente impossibile che gli eventi denunciati dagli animalisti possano essere realmente avvenuti nel nostro Paese". (Adnkronos)

Il testo di legge all'esame della Camera dei Deputati

ATTUALITA'

  • Fnovi: rivelare l'identità del veterinario in incognito +

    La FNOVI si è rivolta alla trasmissione per accertare se si tratti realmente di un iscritto e attivare i poteri disciplinari. >>>
  • Lorenzin: rotazione dei veterinari. Sivemp chiede incontro +

    Il Sindacato dei Veterinari Pubblici apprezza l'intervento in diretta del Ministro Lorenzin sui controlli ufficiali e chiede un incontro. >>>
  • Vandalismo a Padova, il comunicato dell'Ordine provinciale +

    In merito all'accaduto l'Ordine dei Medici Veterinari di Padova esprime la propria solidarietà alla Collega e desidera condividere alcune considerazioni generali. >>>
  • Distrutto l'ambulatorio veterinario dell'Enpa +

    Distrutta la sede di via Germagnano. Enpa: "Devastazione annunciata, le autorità non sono in grado di garantire l'ordine pubblico". >>>
  • Convenzionati, Cassazione: sui non rimborsi non ci va la ritenuta +

    Il rimborso delle spese sostenute per svolgere l'incarico fuori dal comune di residenza ha natura risarcitoria, e non retributiva. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Facciamo noi le domande al posto di Report +

    Dagli schermi di RAI3 è stato rilanciato l'allarme sul rischio per i consumatori collegato all'impiego di anabolizzanti per "gonfiare" gli animali. >>>
  • ONE-HEALTH, una concezione completa ed efficace della moderna veterinaria. +

    Da una decina d'anni si è imposta nelle discipline mediche, specie quelle che hanno a che fare con la sanità >>>
  • La Medicina narrativa +

    I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • UMBRIA, RESISTENZA DI BATTERI ZOONOTICI E COMMENSALI AGLI ANTIMICROBICI +

    DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 aprile 2015, n. 2712. Piano di monitoraggio armonizzato sulla resistenza agli antimicrobici di batteri zoonotici e commensali. Decisione >>>
  • SARDEGNA, ERADICAZIONE DELLA PESTE SUINA AFRICANA +

    Ordinanza n. 9004/3 del 14 maggio 2015 Ordinanza del Responsabile dell'Unità di Progetto per l'Eradicazione della peste suina africana - Abbattimento per >>>
  • PUGLIA, VALUTAZIONE PRESENZA DI PCB E DIOSSINE NELLE FILIERE AGROALIMENTARI +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 802Valutazione della presenza di PCB e Diossine nelle filiere agroalimentari pugliesi. Approvazione proposta >>>
  • CALABRIA, ISTITUZIONE DI UNA RETE DI CANILI SANITARI REGIONALE +

    DCA n. 32 del 11 Maggio 2015
    DPGR-CA n. 51 del 19/05/2014 (modificativo del DPGR-CA n.197/2012) - Razionalizzazione degli interventi in >>>
  • CAMPANIA, CORSI DI FORMAZIONE PER GUARDIE ZOOFILE +

    Delibera della Giunta Regionale n. 253 del 08/05/2015
    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO CON VALENZA REGIONALE PER LE >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria