Articoli pubblicati dal 4 novembre 2001: 25856
  
ricetta10settembreORIn settimana, il sito www.ricettaveterinariaelettronica.it  sarà aggiornato in numerose sezioni sia per i medici veterinari che per il pubblico. In corso il potenziamento dei server per velocizzare le attività. Introdotti “firewall” di protezione anti-hackheraggio. Decreto operativo alla Conferenza Stato Regioni a fine mese.

Sono numerosi gli aggiornamenti, funzionali e informativi, pronti sul sito ricettaveterinariaelettronica.it. Le novità- che saranno on line, in parte in settimana e in parte entro il mese di settembre- sono state anticipate ai gruppi di lavoro attivati da SIVAR e ANMVI dal dott. Marco Secone (Centro Servizi Nazionale del Ministero della Salute, presso IZSAM).

L’incontro, che si è tenuto nel pomeriggio del 10 settembre a Palazzo Trecchi, ha anche permesso di puntualizzare e chiarire alcuni aspetti tecnici e normativi.  In platea professionisti dei settori dpa e non-dpa prevalentemente operanti nel territorio lombardo, si sono confrontati sulle loro attività di utilizzo del sistema, alla presenza del dottor Antonio Vitali (Servizi Veterinari Regione Lombardia).

LE PRINCIPALI NOVITA’

Potenziamento e firewall anti-hacker- I mesi estivi sono stati soprattutto dedicati al potenziamento dei server (quadruplicati i server messi a disposizione)  e alla messa in sicurezza del sistema informativo, a tutela del sistema stesso e dei vari attori che agiscono nel sistema. Operazioni che, soprattutto nel mese di agosto, hanno giocoforza determinato lentezze nell’accesso e nell’utilizzo del sistema. Ulteriori attività di potenziamento e aggiornamento sono in corso e pianificate per i prossimi mesi.

Sono stati risolti anche alcuni disallineamenti fra il sistema informativo della ricetta elettronica e il database degli Ordini Veterinari, correggendo alcuni dati personali inesatti, e superando alcune difficoltà nell’ottenimento delle credenziali (richiesta account). A supporto degli  utenti, nell'utilizzo delle procedure di richiesta degli account è stato pubblicato, all'interno della sezione "richiesta account", un manuale che guida l'utente, passo per passo, per l'ottenimento delle credenziali di accesso.

Informazioni al pubblico- Il portale informativo ricettaveterinariaelettronica.it sarà aggiornato in numerose sezioni e conterrà una specifica sezione rivolta ai proprietari/detentori di animali, per far conoscere al grande pubblico, in particolare ai proprietari di animali da compagnia la novità della prescrizione elettronica, e che aiuterà gli stessi Medici Veterinari ad informare l’utenza.

Video “pillole” e formazione FAD- Entro il mese di settembre saranno disponibili alcune “pillole” video informative che guideranno i Medici Veterinari nell’emissione digitale della prescrizione. I materiali audiovisivi, insieme ad altri contenuti formativi,  saranno inoltre inclusi in un corso FAD  ai fini del conseguimento di crediti formativi ECM da parte di Medici Veterinari e di Farmacisti.

Autoprescrizione per autoconsumo e scorte- E' stata perfezionata e rilasciata in test, suggerimento dei liberi professionisti degli allevamenti, la funzionalità di prescrizione elettronica della ricetta per animali da autoconsumo.
Quanto all’autorizzazione alle detenzione delle scorte nelle strutture veterinarie, date le difficoltà che si sono presentate in alcune regioni, è allo studio l’ipotesi di farla coincidere con l’autorizzazione della struttura veterinaria, per evitare interruzioni di approvvigionamento, ponendo in capo al Direttore Sanitario della struttura veterinaria l’autorizzazione (delegabile) alla detenzione delle scorte.

Autenticazione “forte”- I Medici veterinari, attualmente, accedono con credenziali (account) fornite dal sistema, verificato il requisito della qualifica di Medico Veterinario regolarmente iscritto all’Albo. Ad ulteriore garanzia dei professionisti- contro eventuali utilizzi impropri o abusivi degli account- sarà introdotta una “autenticazione forte” che renda certa l’identità digitale del Medico Veterinario. Tale autenticazione “forte” è possibile tramite
- una qualsiasi Carta Nazionale dei Servizi (CNS), quale ad esempio la  Tessera Sanitaria: da attivare presso la ASL che attribuisce un PIN previo primo e unico riconoscimento visuale con carta d’identità (operazione che in alcune regioni è già assolta nelle procedure di accreditamento alle anagrafi canine, oppure per l'accesso alla Banca Dati Nazionale Zootecnica)
- SPID- Sistema Pubblico di Identità Digitale, che ne permette l'uso anche sugli smartphone, e potrà essere oggetto di accordi con i principali provider.

Il Manuale Operativo- E’ consigliabile un’attenta lettura del Manuale operativo già disponibile dal 23 luglio scorso sul portale della ricetta elettronica. Si tratta di un manuale tecnico che integrerà il decreto attuativo dell’articolo 3 della Legge 167/2017.
L’emanazione del decreto, già presentato dal Ministero della Salute a giugno attende il via libera della Conferenza Stato Regioni, che dovrebbe calendarizzarlo per fine settembre.

I CHIARIMENTI

Codici per le softwarehouse- Il portale ricettaveterinariaelettronica.it rende già disponibile alle softwarehouse produttrici di gestionali una guida per  l’integrazione con i sistemi informativi esterni: da quelli già eventualmente in uso presso i professionisti a quelli di farmacie, grossisti, ASL o Regioni.

Medicinali Stupefacenti- La prescrizione veterinaria al paziente di medicinali di cui al Testo Unico delle sostanze stupefacenti e psicotrope continuerà ad essere emessa solo in formato cartaceo. L’approvvigionamento eventuale di queste sostanze, ad esclusivo uso interno della struttura veterinaria, non è una “ricetta” ma un modulo per auto-fornitura che pure continuerà a seguire la via cartacea.

Dispensazione del farmaco – Chiarito che ai fini della tracciabilità elettronica, la dispensazione diretta del medicinale veterinario, segue le medesime previsioni di cui all’articolo 84 del Decreto Legislativo 193/2006, come modificato dalla “Legge Balduzzi” decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158: il sistema digitalizza carico e scarico dei medicinali veterinari dispensati.

Aiuto supporto- I medici veterinari hanno due canali distinti a cui rivolgersi:
-il CNS per l’assistenza tecnica sul sistema informativo della farmacosorveglianza
- il Ministero della Salute e le autorità territoriali competenti per informazioni di ordine normativo; è inoltre attiva la casella di posta elettronica <ricettaveterinaria@sanita.it> per richieste di informazioni e chiarimenti in merito agli aspetti puramente normativi e attuativi del sistema di tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati.

Migliorie alla ricetta veterinaria elettronica per gli allevamenti
Utilizzo dei cookie: Acconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?
Leggi l'informativa o