Sabato, Febbraio 28, 2015
[
08:54 Salute: burro nel caffè l'ultimo trend per perdere peso  -    01:06 Salute: allarme dermatologo, calvizie in agguato per tinte cinesi low cost   -    15:36 Pediatria: con mamme 'chiocce' boom dermatiti, un aiuto dal girasole   -    10:16 Tumori: tintarella 'di luna', da raggi Uv danni a pelle anche al buio   -    01:39 Salute: Istat, 10,3% italiani obeso, la percentuale più bassa in Ue   -    16:48 Ricerca: fame chimica da marijuana? Colpa interruttore invertito in cervello   -    15:48 Sesso: per chi è in prime nozze rapporti più hot nel tempo rispetto a risposati   -    17:21 Salute: meditazione amica di Morfeo, 'Mindfulness' aiuta a dormire meglio   -    12:32 Salute: rosso alleato sportivi, blu calma respiro, mappato effetto dei colori   -    19:31 San Valentino: 43% italiani più attento al telefonino che al partner   -    
]
FALSE CERTIFICAZIONI
TRIBUNALEControparti a processo per l'attentato al veterinario della Asl di Nuoro, E.V.,  minacciato per un presunto giro di false certificazioni di capi allevati in alcune aziende sarde.
Di fronte ai giudici, ricostruiti i sospetti in cui verificò i capi dell'allevamento di uno degli imputati, presentavano un numero maggiore di vitelli rispetto a quello delle fattrici. Gli allevatori si erano giustificati dicendo di averli acquistati.

A seguire le aziende era un altro veterinario della Asl, anch'egli imputato assieme agli allevatori. Secondo il pubblico ministero, insieme avrebbero messo in piedi un giro di false certificazioni sui capi animali e, una volta scoperti da E. V., gli allevatori avrebbero provveduto a minacciarlo con la bomba che esplose a capodanno del 2005.  Quattro richieste di rinvio a giudizio per l'attentato furono poi emesse nel 2009, nei confronti di due allevatori e di due veterinari.

La bomba fu collocata davanti alla casa del veterinario Asl E.V. Secondo l'accusa uno degli allevatori provocò anche l'incendio della sua auto. La sua posizione gli consentì infatti di scoprire un giro di riciclaggio di vitelli rubati e di false certificazioni che sarebbero state ottenute grazie alla complicità di persone interne alla Asl stessa. L'attività illecita, secondo gli inquirenti, andava avanti forse dal 2000, ma sarebbe venuta alla luce solo in seguito all'istituzione di una banca dati locale, che non avrebbe più consentito di rilasciare altre false certificazioni, utilizzando numeri riferibili a capi di bestiame di allevamenti anche del nord Italia.

Il veterinario minacciato ha già deposto l'anno scorso in aula. Ad insospettirlo, nel 2004, furono la denunce di troppe nascite gemellari all'interno dell'allevamento, nuovi dubbi erano insorti quando, dopo la nascita dell'anagrafe bovina, venne scoperta la presenza di capi con lo stesso numero di certificazione in allevamenti differenti da quelli che l'allevatore dichiarava in proprio possesso. E lo stesso sarebbe avvenuto per numerosi bovini che venivano indicati come capi finiti al macello. Per farlo, l'allevatore si sarebbe servito della collaborazione di un altro veterinario della Asl di Nuoro.

Il processo proseguirà il 13 luglio. (fonte: lanuovasardegna.it.)

ATTUALITA'

  • La prevenzione veterinaria nella vision del Piano 2014-2018 +

    E' prossimo all'esame della Conferenza Stato-Regioni il Piano nazionale della prevenzione per gli anni 2014-2018. >>>
  • Sperimentazione animale, Mantovani: ruolo IZSLER centrale +

    L'Istituto zooprofilattico è una 'struttura d'eccellenza' per i metodi alternativi e il centro di"una vera e propria rete di ricerca >>>
  • Approvato il regolamento del Circuito Allevatoriale 2015 +

    Ruolo veterinario, certificati, identificazione, benessere animale e antidoping nel Regolamento del Circuito Allevatoriale valevole per il 2015. >>>
  • Latte, On Paolo Cova: Regione Lombardia non fa abbastanza +

     "Serve un'Interprofessione del latte, sia per i produttori che per i consumatori. Regione Lombardia non sta facendo abbastanza". >>>
  • Educazione assistita con animali nel carcere di Bollate +

    Parte nel carcere di Bollate, alle porte di Milano, un corso ideato e progettato appositamente per le persone sottoposte a >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • Un nuovo modello organizzativo per la prevenzione? +

    Con l'approvazione del Patto per la salute 2014-2016, viene confermata dall'accordo Stato-Regioni la  tendenza che, da alcuni anni, caratterizza la >>>
  • Patto della Salute, complessità delle strutture e qualità dei servizi +

    In Europa la sorveglianza sanitaria finalizzata alla sicurezza alimentare si muove a macchia di leopardo per le diverse sensibilità e >>>
  • Nuove DG al Ministero, il commento di ANMVI +

    "Continua a preoccuparci che il riordino possa modificare la storica collocazione della veterinaria e ci preoccupa la spending review". >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • SICILIA, GRADUATORIE VALIDE PER L'ANNO 2015 +

    DECRETO 15 gennaio 2015.
    Graduatoria dei medici veterinari aspiranti ad incarichi ambulatoriali dell'Azienda sanitaria provinciale di Ragusa, valida per l'anno 2015. >>>
  • SARDEGNA, CONTROLLO DELLA PESTE SUINA NELLA FILIERA DOMESTICA E DELLA CARNE +

    Determinazione n. 87 del 11 febbraio 2015
    Secondo provvedimento attuativo del Programma straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana 2015-2017, recante >>>
  • SARDEGNA, PROGRAMMA STRAORDINARIO 2015-2017 CONTRO LA PESTE SUINA +

    Determinazione n. 86 del 11 febbraio 2015
    Primo provvedimento attuativo del programma straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana 2015-2017 recante >>>
  • LIGURIA, NORME PER LA PROTEZIONE DELLA FAUNA E PER IL PRELIEVO VENATORIO +

    LEGGE REGIONALE 6 FEBBRAIO 2015 N. 3
    Modifiche alla legge regionale 1 luglio 1994, n. 29 (Norme regionali per la protezione >>>
  • FRIULI, GRADUATORIE DEFINITIVE VALEVOLI PER IL 2015 +

    Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali Graduatorie definitive dei medici specialisti, veterinari, biologi e psicologi ambulatoriali, relative alla Provincia di Pordenone, >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria