Lunedì, Novembre 24, 2014
[
18:33 La vitamina C italiana festeggia con i giovani, cinque premi alle tesi di laurea più meritevoli   -    18:15 Salute: vitamina C alleata da 80 anni, così arrivò in Italia   -    16:16   -    16:15 Ricerca: con un verme in testa per 4 anni, mappato genoma parassita   -    15:19   -    11:56   -    11:05   -    14:53   -    14:52   -    11:05   -    
]
LIBERALIZZAZIONI
calculator 2 0 thumbCon un emendamento interamente sostitutivo, il Governo ha riscritto l'articolo 9 del DL 1/2012. Ecco come si presenta oggi al Senato. Approvazione entro il 24 marzo.
L'articolo 9. - (Disposizioni sulle professioni regolamentate), nella nuova stesura del Governo, approvata ieri dalla Commissione Industria della Camera, introduce un periodo transitorio per le tariffe da adottarsi in sede di liquidazione giudiziale e il concetto di "preventivo di massima". Sparisce l'illecito disciplinare in caso di inottemperanza. La nuova formulazione non è in vigore.

Di seguito, in corsivo, le variazioni proposte dal Governo al vigente articolo 9 del Decreto 1/2012.
(...)
2. Ferma restando l'abrogazione di cui al comma 1, nel caso di liquidazione da parte di un organo giurisdizionale, il compenso del professionista è determinato con riferimento a parametri stabiliti con decreto del ministro vigilante, da adottarsi nel termine di centoventi giorni successivi alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Nello stesso termine, con decreto del Ministro della giustizia di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze sono anche stabiliti i parametri per oneri e contribuzioni alle casse professionale e agli archivi precedentemente basati sulle tariffe. Il decreto deve salvaguardare l'equilibrio finanziario, anche di lungo periodo, delle casse previdenziali professionali.
2-bis. Le tariffe vigenti alla data di entrata in vigore del presente decreto continuano ad applicarsi, limitatamente alla liquidazione delle spese giudiziali, sino alla data di entrata in vigore dei decreti ministeriali di cui al comma 2 e, comunque, non oltre il centoventesimo giorno dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.
3. Il compenso per le prestazioni professionali è pattuito, nelle forme previste dall'ordinamento, al momento del conferimento dell'incarico professionale. Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell'incarico, fornendo tutte le. informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell'incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicuraiva per i danni provocati nell'esercizio dell'attività professionale. In ogni caso la misura del compenso, è previamente resa nota al cliente con un preventivo di massima, deve essere adeguata all'importanza dell'opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.
(...)

pdfEMENDAMENTO DEL GOVERNO SU TARIFFE E PREVENTIVO.pdf147.44 KB

ATTUALITA'

  • Blue Tongue, chiarimenti sull'invio ai 'macelli designati' +

    Quando si applica l'obbligo di macellazione in mattatoi designati? E quali sono i criteri per la designazione? >>>
  • Costi Bancomat, prima del Governo interviene l'Antitrust +

    Mentre il Governo valuta come ridurre i costi del POS, l'Antitrust impone al Consorzio Bancomat di tagliare le commissioni Bill Payment. >>>
  • ANAC rinvia i controlli, CUP auspica ripensamenti +

    Marina Calderone ringrazia il Presidente Cantone: Ordini territoriali 'in grandissima difficoltà operativa e senza risorse economiche sufficienti'. >>>
  • Porte aperte all'EFSA, sessioni interattive con gli esperti +

    Sabato 22 novembre l'Autorità europea per la sicurezza alimentare aprirà di nuovo le porte al pubblico. >>>
  • Cani morsicatori: cinque segnalazioni al giorno alla Asl +

    Sempre più denunce. Casi in aumento per gestione scorretta ma anche per la maggiore disponibilità di aree verdi libere. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Un nuovo modello organizzativo per la prevenzione? +

    Con l'approvazione del Patto per la salute 2014-2016, viene confermata dall'accordo Stato-Regioni la  tendenza che, da alcuni anni, caratterizza la >>>
  • Nuove DG al Ministero, il commento di ANMVI +

    "Continua a preoccuparci che il riordino possa modificare la storica collocazione della veterinaria e ci preoccupa la spending review". >>>
  • Patto della Salute, complessità delle strutture e qualità dei servizi +

    In Europa la sorveglianza sanitaria finalizzata alla sicurezza alimentare si muove a macchia di leopardo per le diverse sensibilità e >>>
  • Veterinaria sociale? Ce n'è bisogno ma i politici usano gli animali solo per la caccia al voto +

    Esplode fra i politici- anche di schieramento opposto- la moda dell'assistenza veterinaria gratis. Da Roma a Milano è una 'mania'. >>>
  • Lo spreco alimentare e i medici veterinari +

    Anche il consumo di cibo è un aspetto della vita sociale che non ci può lasciare indifferenti. >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • VENETO, PIANO DI SORVEGLIANZA DELLE ZOONOSI +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1986 del 28 ottobre 2014
    Piano di Sorveglianza delle zoonosi e di attuazione di una >>>
  • CAMPANIA, ACQUISIZIONE DI RISORSE PER FINANZIARE L'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO +

    Delibera della Giunta Regionale n. 492 del 10/11/2014
    ACQUISIZIONE  DI RISORSE AL BILANCIO 2014, AI SENSI DELL' ART.1, COMMA 16 LETTERA

    >>>
  • LOMBARDIA, REQUISITI IGIENICO SANITARI CIRCA LE CARNI DI SELVAGGINA SELVATICA +

    D.g.r. 7 novembre 2014 - n. X/2612
    Determinazioni in ordine ai requisiti igienico sanitari per l'immissione in commercio ed il consumo di >>>
  • LOMBARDIA, PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA +

    D.g.r. 31 ottobre 2014 - n. X/2567 Determinazioni  in  ordine  al  pagamento delle prestazioni di sanità pubblica veterinaria. >>>
  • PUGLIA, MODIFICHE AL DECRETO SUI CONTROLLI PER LA SICUREZZA ALIMENTARE +

    DETERMINAZIONE DIRIGENTE SERVIZIO ASSISTENZA TERRITORIALE E PREVENZIONE 27 ottobre 2014, n. 331
    Modifiche  ed  integrazioni  allegato A alla D.G.R. 928 del >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria