Venerdì, Maggio 22, 2015
[
09:48 Ricerca: scoperto lato oscuro ormone dell'amore, effetti simili all'alcol   -    12:23 Salute: sport in ricetta, in Francia presto prescrizione per malati cronici   -    19:19 Sesso: la rivincita dei maschi, rivalità migliora geni della popolazione   -    12:42 Fitness: corsa-mania? Sei regole per non rischiare la schiena   -    18:29 Expo: orto omeopatico per 'nutrire e curare il pianeta' a impatto zero   -    13:54 Alimenti: meno rischi salute se carne è di pollo, ma rossa vince in consumi   -    15:09 Alcol: in Italia 17% intossicati in pronto soccorso ha meno di 14 anni   -    19:10 Salute: GB, lettere a guru medicina del '700 svelano diete e rimedi d'epoca   -    18:38 Salute: diabete, 1 bicchiere di vino rosso la sera protegge il cuore   -    02:06 Salute: 'inferno' rinite allergica per 1 liceale su 5, mix pollini e graminacee   -    
]
crudoIl Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria gioca un ruolo di primaria importanza nel favorire l'esportazione di animali e di prodotti di origine animale. Fondamentale per il buon fine dei negoziati l'implementazione dei requisiti veterinari e sanitari lungo l'intera catena produttiva.
Si tratta in particolare prodotti a base di carne ( es. prosciutto di Parma e San Daniele, salami, bresaola ecc.) e prodotti lattiero caseari ( es. parmigiano reggiano, mozzarella, pecorino ecc.), ma anche mangimi, genetica animale, ovoprodotti ecc.

E' quanto si evidenzia nella Relazione sulle attività internazionali del Ministero della Salute elaborato dall'Ufficio III ex DSVET. La relazione evidenzia che nel corso del 2012 è prevista un'intensa attività finalizzata a consolidare la presenza di prodotti italiani sui mercati internazionali sia in termini di apertura di nuovi mercati sia in termini di ampliamento di tipologia di prodotti ammessi all'esportazione.

Per poter esportare le merci sopra indicate i produttori italiani si trovano a dover fornire adeguate garanzie igienico-sanitarie alle autorità dei Paesi importatori e qui entra in gioco il Dipartimento che su sollecitazione delle Associazioni di categoria interessate o di Confindustria- Federalimentare e con l'ausilio delle nostre Ambasciate negozia con le Autorità dei Paesi interessati appositi Accordi tecnici.
Si tratta nella maggior parte dei casi di negoziazioni dal taglio tecnico che vengono stipulate al fine di garantire l'implementazione dei requisiti veterinari e sanitari lungo l'intera catena produttiva dalle materie prime ai prodotti finali. In alcuni casi invece si tratta di invece di Accordi che nascono dalla volontà di cooperazione tecnico-scientifica in uno o più settori della sanità pubblica e della sanità animale al fine di prevenire il rischio connesso alla diffusione delle malattie infettive ed infestive degli animali (ivi comprese le zoonosi) e delle malattie derivanti dai prodotti di origine animale (tossinfezioni alimentari). La relazione riporta un quadro riassuntivo dei certificati di nuova approvazione oppure rinegoziati nel corso dell'anno 2011.

Ai fini di facilitare la redazione e firma dei certificati sanitari da parte dei veterinari delle Aziende Unità Sanitarie Locali il Dipartimento produce e distribuisce mensilmente un notiziario sulla situazione epidemiologica internazionale delle malattie infettive degli animali. Per dare un quadro più dettagliato delle attività relative al 2011 la Relazione riporta una sintesi riferita alle aree geografiche di maggior interesse.

ITALIA IN ATTESA DEL NUOVO COUNTRY PROFILE FVO

pdfATTIVITA INTERNAZIONALE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA.pdf321.53 KB

ATTUALITA'

  • Previsite della Commissione Veterinaria per i cavalli del Palio +

    Definite le modalità di iscrizione dei cavalli alla previsita, alle prove di addestramento, e per la presentazione alla tratta. >>>
  • SSN, De Filippo: più centralità, autonomia 'dannosa' +

    «C'è stata un'esaltazione dell'autonomia territoriale che ha prodotto in molte regioni risultati negativi". >>>
  • Censimento del peso dei cuccioli alla nascita, questionario on line +

    Un "Censimento del peso dei cuccioli alla nascita"è proposto dall'Università degli studi di Milano, Dipartimento di Scienze veterinarie e sanità >>>
  • Divieto di conchectomia, avviso per il Dog World Show +

    Avviso agli espositori di razze canine sui divieti di conchectomia. Ecco l'elenco dei Paesi in cui è vietato. Avvertenza per >>>
  • Stipendi d'oro nei canili. Quanti soldi pubblici per i randagi? +

    RAI 1 si è occupata di gestione dei canili pubblici e di spesa per mantenimento e servizi.  Il conduttore Giletti: >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

EDITORIALE

  • Facciamo noi le domande al posto di Report +

    Dagli schermi di RAI3 è stato rilanciato l'allarme sul rischio per i consumatori collegato all'impiego di anabolizzanti per "gonfiare" gli animali. >>>
  • ONE-HEALTH, una concezione completa ed efficace della moderna veterinaria. +

    Da una decina d'anni si è imposta nelle discipline mediche, specie quelle che hanno a che fare con la sanità >>>
  • La Medicina narrativa +

    I medici veterinari comportamentalisti, prima ancora del suo avvento, hanno anticipato la medicina narrativa. >>>
  • Non è un Paese per professionisti +

    Senza usare tanti giri di parole, la classe politica italiana ha voltato le spalle ai professionisti e al lavoro autonomo intellettuale. >>>
  • La complicazione ci piace di più +

    Tra i fattori che influiscono sulla competitività di un Paese vanno considerati anche i controlli che le imprese subiscono da >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

REGIONI

  • CALABRIA, ISTITUZIONE DI UNA RETE DI CANILI SANITARI REGIONALE +

    DCA n. 32 del 11 Maggio 2015
    DPGR-CA n. 51 del 19/05/2014 (modificativo del DPGR-CA n.197/2012) - Razionalizzazione degli interventi in >>>
  • CAMPANIA, CORSI DI FORMAZIONE PER GUARDIE ZOOFILE +

    Delibera della Giunta Regionale n. 253 del 08/05/2015
    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO CON VALENZA REGIONALE PER LE >>>
  • SARDEGNA, PIANO DI CONTROLLO DELLA TUBERCOLOSI, BRUCELLOSI E LEUCOSI 2015 +

    Determinazione n. 342 del 29 aprile 2015 Applicazione del Piano regionale di controllo e di sorveglianza della Tubercolosi, Brucellosi e Leucosi >>>
  • PUGLIA,IDONEI ALLA CARICA DI DIRETTORE GENERALE DELL'IZS DI PUGLIA E BASILICATA +

    DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 aprile 2015, n. 744
    Art. 12, co. 2 della Legge Regionale della Puglia n. 31/2014 >>>
  • SICILIA, GRADUATORIE RELATIVE ALLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA 2015 +

    DECRETO 13 aprile 2015.
    Graduatorie provinciali dei medici specialisti e dei medici veterinari aspiranti al conferimento di incarichi ambulatoriali dell'Azienda sanitaria provinciale >>>
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prof.veterinaria